Quantcast

Turismo, la minoranza all’assessore: «Perché non sospendere la tassa di soggiorno e la Tosap?»

SCARLINO – “Apprendiamo con piacere la notizia che il Comune di Scarlino abbia aderito al Manifesto per il turismo italiano”.

A parlare  i consiglieri della lista Per Scarlino Guido Mario Destri e Emilio Bonifazi.

“Ricordiamo – continuano – che il manifesto consiste in un appello lanciato dalle associazioni e dagli operatori del comparto turistico italiano per rilanciare il settore, nel quale si chiede al Governo italiano e all’Europa di attivare azioni forti per supportare il turismo.

L’assessora al Turismo Silvia Travison asserisce di aver aderito con convinzione al documento, ed allora la domanda sorge spontanea: perché, con altrettanto entusiasmo, non ha sottoscritto la mozione da noi presentata con la quale si chiedeva all’amministrazione comunale di sospendere la tassa di soggiorno nonché la Tosap?

Non ritiene, l’assessora, che quanto proposto nella mozione avrebbe rappresentato un aiuto concreto per gli operatori turistici ancora più fattivo della sottoscrizione di un manifesto?

Ancora l’assessora afferma ‘Non possiamo aspettare che arrivino aiuti dal Governo centrale; dobbiamo agire d’anticipo e iniziare subito a lavorare per i nostri imprenditori per trovare insieme vi d’uscita’, ed allora concretizzi i suoi buoni propositi sospendendo almeno tassa di soggiorno e Tosap.

La nostra assessora dimostri di avere coraggio e chieda alla sindaca Francesca Travison di sospendere questi tributi uniformandosi peraltro a quanto già fatto da altri sindaci confinanti quali Giancarlo Farnetani di Castiglione della Pescaia e Francesco Ferrari di Piombino (quest’ultimo anche della stessa area politica).

Si dimostri con fatti concreti e non con chiacchiere – concludono Bonifazi e Destri – che anche il Comune di Scarlino ha a cuore le sorti degli imprenditori scarlinesi e che, finalmente, si mettono in campo azioni concrete per la ripresa economica del nostro territorio”.

Commenti