Massimo Mariotti lascia la panchina del Circolo Pattinatori: «Decisione dolorosa ma irrevocabile»

GROSSETO – Massimo Mariotti non è più l’allenatore del Circolo Pattinatori Grosseto, ammesso alla serie A1 2020-21. Il Ct azzurro ha comunicato al presidente Stefano Osti l’intenzione di chiudere il rapporto di collaborazione che lo legava alla società biancorossa ormai dal 2014.

 

Cinque anni fa, infatti, “Mister Hockey”, che ha mosso i primi passi con il Grosseto negli anni Settanta, con il quale ha vinto i primi titoli della sua gloriosa carriera, guidò la formazione di serie B, che nel 2015-2016 chiuse la stagione regolare al terzo posto, prima di essere eliminata nei playoff promozione dal Follonica B. Dopo due anni come responsabile tecnico del C.P., Mariotti è tornato in panchina nell’autunno 2018 per guidare il quintetto che ha dominato la serie B, prima di guadagnarsi la promozione nella Final Eight di Castiglione della Pescaia. Negli ultimi mesi, prima dello stop all’attività federale per l’emergenza Coronavirus, Mariotti con l’Edilfox ha battuto tutti i record del campionato di serie A2, con quindici vittorie su sedici incontri disputati, prima di vedersi assegnare dalla Fisr una wild card per la serie A1 per meriti sportivi.

 
“Il Circolo Pattinatori Grosseto prende atto, con rammarico – dice il presidente Stefano Osti – della decisione irrevocabile del proprio allenatore Massimo Mariotti, arrivata nel momento in cui i colori biancorossi sono tornati nella massima serie, con il quale c’erano probabilmente obiettivi diversi. A nome della società ringrazio Massimo per il proficuo lavoro svolto in questi anni e ritengo che adesso avrà tutto il tempo per dedicarsi alla cura dei giovani talenti azzurri con l’obiettivo di riportare la nostra nazionale ai vertici internazionali. Sono certo che prima o poi le nostre strade s’incontreranno nuovamente”.

 
“La mia avventura come allenatore del C.P. Grosseto – ha invece scritto Mariotti – è giunta al capolinea. Non è semplice per me scrivere queste parole, dopo lo storico raggiungimento del ritorno in serie A della squadra della mia città, quella dove sono cresciuto e alla quale sono legato da un rapporto che travalica l’aspetto puramente sportivo. Dopo un’attenta riflessione su questo ultimo anno sportivo e una valutazione oggettiva e soggettiva di situazioni che si sono verificate in questi ultimi tempi ho maturato una decisione difficile, per certi versi anche dolorosa, ma irrevocabile. Divergenze di vedute insanabili con una parte del consiglio direttivo della società mi hanno fatto maturare questa scelta che ho poi comunicato al presidente della società col quale ho chiarito la mia posizione”.
“Dopo due anni di successi culminati con lo storico raggiungimento della serie A1 – ha concluso Mariotti – si chiude la mia collaborazione con il Circolo Pattinatori Grosseto, cui adesso auguro tutte le fortune sportive”.

Commenti