Ceri a Capponi: “Sconvolto dalla mancanza di rispetto per le vittime del Covid19”

GROSSETO – “Mi sconvolge e mi rammarica la mancanza di rispetto nei confronti dei morti e dei loro cari, che non hanno potuto nemmeno salutarli”. Sono queste le prime parole che il copresidente biancorosso Simone Ceri affida alla stampa e ai social commentando l’accusa fatta dal presidente del Monterosi, Luciano Capponi, in merito alla presunta aggressione al pullman ospite e, soprattutto, al fatto che il Covid19 sia solo una montatura.

“Voglio però ripartire – precisa Ceri – dalla famosa banana che tirò fuori in sala stampa, prima della partita contro il Grosseto, accusandoci in maniera nemmeno troppo velata di avere i favori della Lega nazionale dilettanti. Mi viene da sorridere pensando che lo stesso Capponi, a distanza di quasi tre mesi, parla di aggressione al pullman della sua squadra all’arrivo allo stadio: episodio evidentemente sfuggito ai commissari di campo, alle telecamere di Sport Italia e anche alle numerose forze dell’ordine presenti. A tutti ma non a lui, che oltretutto era comodamente seduto sul divano di casa sua, forse a trangugiare banane”.

“I nostri tifosi e l’intera città di Grosseto – continua il copresidente biancorosso – gli avrebbero riservato una buona accoglienza se fosse venuto. Noi siamo gente rozza ma rispettosa e leale. Riguardo poi al fatto che il Grifone è primo solo da due domeniche ci tengo a sottolineare che dopo la sconfitta rimediata a Grosseto, il Monterosi ha perso in casa contro il Montevarchi: forse perché anche in quell’occasione la sua squadra ha subito un’altra aggressione?  O forse solo perché il detto ‘quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare’ calza a pennello e i nostri ragazzi sono stati semplicemente più forti e affamati di quelli del Monterosi. Se ci saranno le condizioni, e a impianti siamo sicuramente messi meglio del Monterosi, saremo felicissimi di tornare in campo. E avremo anche più voglia di vincere, senza nulla da perdere e saremo – conclude Ceri – ancora più ‘arrabbiati’ di prima. Per noi ‘soldi e paura… mai avuti!’ è una massima da cui non si può prescindere”.

Commenti