Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Aiutateci a continuare ad assistere i più deboli». Il grido di aiuto de “La farfalla” che non riceve più donazioni

Più informazioni su

GROSSETO – “La Farfalla – cure palliative – OdV da oltre dieci anni garantisce assistenza socio-sanitaria gratuita a domicilio a pazienti in fase avanzata di malattia. Secondo le disposizioni legislative di settore, aderendo alla filosofia delle cure palliative, La Farfalla sviluppa un modello di cura domiciliare caratterizzato da un approccio multidisciplinare al malato, in base alle risorse reperite sul territorio”.

A scriverlo, in una nota, il presidente Roberto Vittorio Martinelli.

“Il nostro personale infermieristico – prosegue -, i nostri psicologi e i nostri volontari si focalizzano sull’individuo piuttosto che sulla malattia: a dare ‘vita-ai-giorni’ piuttosto che ‘giorni-alla-vita’, a garantire la sua autodeterminazione, ad accogliere la sua unica ed irripetibile singolarità ed i suoi unici ed irripetibili bisogni.

Il credo della Farfalla è rendere appropriato il percorso assistenziale per i malati; è non solo la manifestazione più evidente del dovere professionale dell’operatore, ma anche di quello morale e civico scelto nel momento in cui l’operatore stesso ha intrapreso questa ‘missione’.

L’attività della Farfalla rappresenta la più ampia esperienza della nostra Provincia di assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai pazienti in fase avanzata di malattia e ai loro familiari sia in Adi (assistenza domiciliare integrata) cure palliative con convenzione con la Asl che a pazienti con piani terapeutici del Mmg (medico di medicina generale).

Dal 2009 ad oggi, La Farfalla – cure palliative – OdV ha assistito oltre 8.320 sofferenti in modo completamente gratuito, a domicilio, Hospice, presso l’ambulatorio di Leniterapia e presso le nostre sedi. Ogni giorno sono più di 30 i pazienti e familiari assistiti dai professionisti – infermieri, psicologi, – che lavorano per La Farfalla- cure palliative – OdV.

La Farfalla – cure palliative – OdV non è solo assistenza, ma anche cura: attraverso la Scrambler Therapy dal 2018 presso le nostre sedi è stata attivata una ulteriore possibilità di cura per il dolore cronico, neuropatico ed oncologico, ed è proprio la Scrambler Therapy, che abbiamo trattato oltre 100 assistiti. Rappresenta un’arma in più per trattare diverse tipologie di dolore, attraverso particolari modulazioni elettriche. L’obiettivo è quello di migliorare le condizioni di salute e la qualità di vita dei tanti pazienti che si rivolgono al nostro Centro, perché il dolore in molte patologie non è solo un sintomo ma è la malattia stessa.

La formazione si distingue come un’altra delle attività della Farfalla – cure palliative – OdV: in linea con il programma di Educazione Continua in Medicina (ECM) organizza eventi scientifici per erogare direttamente ai propri operatori sanitari i crediti formativi previsti annualmente. I corsi destinati ai Volontari infine presentano gli obiettivi e gli ideali dell’associazione e curano aspetti teorici e pratici.

Per fare tutto questo e garantirlo tutti i giorni per tutto l’anno, l’associazione ha bisogno di personale (5 infermieri e 3 psicologhe e 1 amministrativa), mezzi (5 auto e un furgone attrezzato) strutture (1 sede a Grosseto, 1 a Orbetello e 1 a Follonica) con un costo non indifferente, oltre ovviamente a decine di volontari.

Diciamo tutto questo perché il propagarsi della pandemia da Covid19 ha portato seri cambiamenti all’interno della nostra associazione. Abbiamo dovuto doverosamente rivedere il nostro approccio domiciliare con i pazienti: a loro non mancherà mai il nostro supporto, ma i nostri infermieri si sono dovuti attrezzare adeguatamente per la propria sicurezza e per quella di chi li circonda.

Inoltre le psicologhe hanno continuato e continuano instancabilmente a portare il loro supporto con assistenza telefonica mai interrotta.

Purtroppo però il distanziamento sociale ci obbliga a non intraprendere più la raccolta fondi nel senso più consueto del termine, cioè quello che abbiamo sempre utilizzato e che ci ha fatto entrare nei vostri cuori. Mercatini, cene di beneficenza, lotterie sono state tutte sospese fino a data da destinarsi. Le offerte individuali sono calate enormemente: un po’ per l’attuale crisi economica, un po’ per l’impossibilità di spostarsi fisicamente e raggiungere la nostra sede.

Però le spese della Farfalla per l’espletamento dei propri servizi sono costanti: il supporto ai malati non vogliamo farlo mancare. Oggi ci troviamo veramente ad un bivio: o riusciamo a coprire in modo adeguato le nostre spese fisse o saremo obbligati a ridimensionare la nostra attività e questo è ciò che NON vogliamo fare.

L’appello che voglio lanciare a tutti, semplici cittadini, enti pubblici e privati, amministrazione pubblica, club che sempre supportano le nostre iniziative, è questo: ‘aiutateci a continuare nella nostra opera di assistenza ai più deboli, stateci vicino’.

Chi volesse – conclude il presidente -, può effettuare un bonifico bancario conto corrente presso Banca TEMA, intestato a La Farfalla – associazione cure palliative – ODV Grosseto IBAN: IT84W0885114304000000380099″.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.