Quantcast

Oltre 36mila euro per il decoro del paese: il Comune affida la cura del verde ad una ditta esterna

SCARLINO – L’Amministrazione comunale di Scarlino punta sul decoro e la pulizia. Nonostante l’emergenza Covid-19, la programmazione delle attività continua, e lunedì 20 aprile è stato siglato l’accordo con la cooperativa sociale La Gerbera Group che prevede l’affidamento della cura del verde comunale per un anno.

Da lunedì 27 aprile l’impresa sarà al lavoro per pulire e sistemare gli spazi comuni: il primo intervento in programma riguarda la frazione del Puntone.

«Abbiamo deciso di destinare 36.834 euro più iva al decoro – spiega il vicesindaco Luciano Giulianelli –: gli operai comunali, a quali già si chiede uno sforzo quotidiano, non possono rispondere alle tante esigenze di un Comune grande come Scarlino. Abbiamo un territorio vasto che necessita di cura e attenzione, quindi abbiamo deciso di destinare una somma del bilancio ad un appalto che ci permetterà di intervenire in modo programmato e costante. Si tratta nello specifico di un affidamento diretto alla cooperativa sociale La Gerbera Group per un importo annuale di 36.834 euro più Iva.

«Quest’iniziativa – prosegue – ci consentirà di attuare una pianificazione precisa che riguarderà tutte le frazioni, campagne comprese, così da rispondere ai nostri cittadini e nel contempo catturare l’attenzione dei turisti, che speriamo tornino presto a Scarlino dopo questo periodo di quarantena. Il rilancio dell’economia locale parte anche da qui, da azioni concrete di cura del territorio. Si tratta di un primo passo, ce ne saranno altri che presto presenteremo alla cittadinanza, tutti finalizzati al rilancio economico di Scarlino per assicurare benessere alle famiglie e alle imprese dopo l’emergenza sanitaria».

I cittadini hanno la possibilità di dialogare con l’Amministrazione comunale, chiedendo anche interventi specifici inerenti al verde pubblico, attraverso l’App Municipium: basta scaricare l’applicazione sul proprio cellulare e inviare al Comune una segnalazione che poi sarà gestita dagli uffici competenti. L’App permette anche di conoscere lo stato dell’intervento: l’ufficio incaricato infatti informerà il cittadino sull’esito della sua istanza.

«Invitiamo gli scarlinesi a collaborare – conclude il vicesindaco –: con il supporto di tutti possiamo intervenire in modo rapido».

Commenti