Quantcast

“Porta a porta” dei Carabinieri per il ritiro e la consegna delle pensioni. Come richiedere il servizio

MASSA MARITTIMA – Anche a Massa Marittima i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che vivono soli o impossibilitati a muoversi, e che percepiscono la pensione presso gli Uffici Postali in contanti, possono chiedere di ricevere la somma presso il proprio domicilio delegando i Carabinieri grazie ad una convenzione siglata a livello nazionale tra l’Arma e Poste Italiane per l’emergenza Coronavirus.

Il pensionato può richiedere il servizio o avere tutte le informazioni chiamando direttamente la Stazione dei Carabinieri di Massa Marittima, tel. 0566905500, oppure il numero verde 800556670 messo a disposizione dalle Poste.

Con questa iniziativa i Carabinieri vogliono essere vicini agli anziani fornendo loro un servizio con l’obiettivo di limitare le uscite di queste persone, tra i soggetti più esposti al rischio della malattia nonché facile preda di borseggiatori e truffatori che possono approfittare della situazione per mettere in pratica raggiri e colpi ancor più odiosi.

Per usufruire del servizio è necessario che il pensionato rilasci una delega scritta ai Carabinieri; per questo motivo una volta ricevuta la chiamata, i Carabinieri, rigorosamente in divisa e con l’auto di servizio, si recheranno presso l’abitazione del pensionato per farsi firmare la delega e quindi attivare le procedure per il ritiro e concordare con il richiedente la consegna della pensione.

“Si tratta di un servizio importante e molto utile – commenta Grazia Gucci assessore ai servizi sociali del Comune di Massa Marittima – soprattutto per gli anziani che vivono nelle frazioni dove non sempre gli uffici postali sono sempre aperti. Per questo a nome del Comune voglio ringraziare i Carabinieri di Massa Marittima per la disponibilità e lo spirito di servizio in favore delle persone più fragili”.

Ricordiamo che nelle frazioni gli uffici postali aperti un giorno la settimana sono a Valpiana il mercoledì, Prata il giovedì e da lunedì 20 aprile anche Tatti.

Commenti