Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus, buoni spesa per le persone in difficoltà: i Comuni si organizzano. Ecco come

GROSSETO – In seguito all’ordinanza del capo dipartimento della Protezione civile italiana, i Comuni stanno definendo le modalità di consegna di buoni spesa ai cittadini che in questo periodo d’emergenza sanitaria si trovano in difficoltà.

In questa prima fase, la maggior parte dei Comuni (Grosseto, Follonica e Scarlino) sono impegnati nell’individuazione delle attività commerciali di generi alimentari, con sede nei rispettivi territori comunali, disponibili ad accettare i buoni spesa.

Il Comune di Orbetello, invece, ha deciso di gestire il servizio servendosi del Servizio di Protezione civile comunale, che provvederà agli acquisti dei generi alimentari e dei beni di prima necessità, che saranno poi distribuiti agli interessati dalle associzioni di volontariato.

Di seguito i dettagli Comune per Comune.

FOLLONICA – L’amministrazione comunale oggi ha pubblicato un avviso rivolto agli esercenti di attività di vendita di generi alimentari che vogliano rendersi disponibili per fornire generi alimentari in cambio dei buoni spesa che saranno loro forniti dal Comune di Follonica secondo modalità definite con successivo comunicato. I buoni saranno utilizzabili per acquisti di generi alimentari di prima necessità (esclusi alcolici).

Possono manifestare il loro interesse e la loro disponibilità le aziende che hanno almeno un punto vendita nel territorio comunale di Follonica e sono iscritti presso la Camera di Commercio con uno dei seguenti codici Ateco:

codice ateco 47.11 – Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (solo per vendita alimentari e bevande);

codice ateco 47.21 Commercio al dettaglio di frutta e verdura in esercizi specializzati;

codice ateco 47.22 Commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne in esercizi specializzati;

codice ateco 47.23 Commercio al dettaglio di pesci, crostacei e molluschi in esercizi specializzati;

codice ateco 47.24 Commercio al dettaglio di pane, torte, dolciumi e confetteria in esercizi specializzati;

codice ateco 47.25 Commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati;

codice ateco 47.29 Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati;

codice ateco 47.73 Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (solo per vendita di generi alimentari);

codice ateco 47.81.01 –Commercio al dettaglio di frutta e verdura;

codice ateco 46.38.10 –Commercio al dettaglio di prodotti ittici;

codice ateco 47.81.03—Commercio al dettaglio di carni e prodotti a base di carne;

codice ateco 47.81.09 –Commercio al dettaglio di prodotti alimentari.

Gli esercenti degli esercizi per la vendita al dettaglio di generi alimentari che si rendono disponibili a collaborare, devono manifestare il
loro interesse comunicandolo al Comune di Follonica, tramite la modulistica predisposta e scaricabile dal sito web www.comune.follonica.gr.it (spazio dedicato nella home page), da inoltrare esclusivamente VIA PEC o MAIL entro il 2 aprile 2020 ore 12.
PEC: follonica@postacert.toscana.it – MAIL: protocollo@comune.follonica.gr.it.

Sarà cura dell’ Amministrazione Comunale inserire gli esercizi commerciali disponibili in un apposito elenco, anche integrabile successivamente, che sarà reso noto ai cittadini tramite il sito istituzionale del Comune. Detto elenco potrà essere integrato in tempi successivi.

“L’Amministrazione Comunale – commenta il commissario prefettizio Alessandro Tortorella – sta definendo le procedure per permettere la consegna, ai cittadini in situazioni di gravi difficoltà economiche per l’emergenza Coronavirus, di buoni spesa utilizzabili per acquisti di
generi alimentari di prima necessità (sono esclusi alcolici ). Abbiamo pubblicato un avviso, che scade tra due giorni per ovvi motivi di
assoluta urgenza e priorità, per selezionare i negozi di generi alimentari che vogliano rendersi disponibili a cambiare i buoni spesa, che
fornirà l’amministrazione, in cambio di generi alimentari. A breve faremo nuove comunicazioni per avviare tutto l’iter fino alla consegna
fattiva delle necessità ai cittadini”.

SCARLINO – In seguito all’ordinanza del capo dipartimento della Protezione civile italiana, l’Amministrazione comunale sta definendo le modalità di consegna di buoni spesa ai cittadini che in questo periodo d’emergenza sanitaria si trovano in difficoltà. Il primo intervento riguarda l’elenco delle attività commerciali di generi alimentari, con sede nel territorio comunale, disponibili ad accettare i buoni spesa.

È pubblicato sul sito del Comune di Scarlino l’avviso di manifestazione d’interesse rivolto agli esercenti del settore: i commercianti interessati dovranno scaricare il modulo e inviarlo al Comune di Scarlino con posta certificata a comunediscarlino.protocollo@legalmail.it, oppure con una mail ordinaria all’indirizzo c.brunese@comune.scarlino.gr.it.

Gli esercenti riceveranno poi un’informativa che definirà le procedure da seguire per rendere possibile la fruizione dei buoni da parte dei cittadini.

Le domande dovranno essere spedite entro le 12 di giovedì 2 aprile 2020 per essere inserite nel primo elenco degli esercizi commerciali. Sarà comunque possibile anche successivamente presentare la domanda con le stesse modalità, fino a nuove comunicazioni.

Possono aderire i punti vendita iscritti alla Camera di commercio con questi codici Ateco:

codice Ateco 47.11 – Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (solo per vendita alimentari e bevande)

codice Ateco 47.21 – Commercio al dettaglio di frutta e verdura in esercizi specializzati

codice Ateco 47.22 – Commercio al dettaglio di carni e di prodotti a base di carne in esercizi specializzati

codice Ateco 47.23 – Commercio al dettaglio di pesci, crostacei e molluschi in esercizi specializzati

codice Ateco 47.24 – Commercio al dettaglio di pane, torte, dolciumi e confetteria in esercizi specializzati

codice Ateco 47.25 – Commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati

codice Ateco 47.29 – Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati

codice Ateco 47.73 – Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (solo per vendita di generi alimentari)

ORBETELLO – La Giunta comunale di Orbetello delibera:

di prendere atto delle disposizioni di cui all’Ordinanza del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale n. 658/2020;

di disporre che il Servizio di Protezione Civile Comunale provveda agli acquisti dei generi alimentari e dei beni di prima necessità per gli adempimenti di cui all’Ordinanza numero 658 sopra richiamata e alla determinazione del quantitativo da consegnare con riferimento alle autocertificazioni secondo i criteri di priorità di cui alla presente delibera;

che la consegna dei pacchi alimentari sarà effettuata dalle associazioni del terzo settore e del volontariato;

di individuare quale platea di beneficiari i soggetti già seguiti dai servizi sociali che non usufruiscono di prestazioni assistenziali (RdC, Rei, Naspi, Indennità di mobilità, CIG), oppure che usufruiscono di prestazioni non significative dal punto di vista del reddito; soggetti che hanno perso il lavoro; soggetti che hanno sospeso o chiuso attività e non hanno liquidità per il proprio sostentamento; disoccupati e soggetti con lavori intermittenti e comunque tutti quei soggetti, compresi quelli temporaneamente domiciliati nel Comune, che non riescono, in questa fase dell’emergenza covid 19, ad acquistare beni di prima necessità alimentare;

di individuare quali criteri di priorità: la numerosità del nucleo familiare; la presenza di minori; le situazioni di fragilità recate dall’assenza di reti familiari e di prossimità; le situazioni di marginalità e di particolare esclusione.

di approvare lo schema di autocertificazione predisposto dal servizio sociale e allegato A al presente atto;

di disporre che i soggetti dovranno presentare domanda tramite telefono e/o posta elettronica e inviare la relativa autocertificazione attestante lo stato di bisogno e di necessità tramite posta elettronica, ad eccezione delle situazioni di oggettiva ed assoluta impossibilità all’utilizzo degli strumenti elettronici per le quali è prevista la consegna contattando telefonicamente i numeri 0564861226 e 0564861225;

di trasmettere il presente atto al Servizio Sociale per gli adempimenti relativi all’acquisizione delle domande di sostegno;

di trasmettere il presente provvedimento al Servizio Protezione Civile per gli adempimenti relativi agli acquisti di cui in premessa.

INDIRIZZI GUIDA PER ATTUAZIONE EROGAZIONE CONTRIBUTO SOLIDARIETÀ ALIMENTARE

Autocertificazione (schema approvato con delibera di giunta) potrà essere inviata tramite email a   m.ferrarese@comune.orbetello.gr.it oppure telefonando per assistenza in caso di difficoltà dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:00 ai seguenti numeri: 0564861226 Maura Ferrarese – 0564861225 Michela Paolini

A breve troverete il link dell’autocertificazione sul sito del comune.orbetello.gr.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.