Coronavirus: come sta andando la tua quarantena? Ecco i risultati del nostro #InstaPoll

Più informazioni su

GROSSETO – Torna l’appuntamento con #InstaPoll, i sondaggi che IlGiunco.net propone alla propria community per sapere come la pensa su alcune questioni di interesse generale.

La prima settimana di quarantena è ufficialmente passata. Tra giochi, flashmob e sicuramente anche tanta noia, possiamo spuntare i primi 7 giorni di “reclusione forzata”. Spesso abbiamo l’impressione di essere in questa situazione da settimane, da mesi, e quando invece realizziamo che siamo appena all’inizio, piombiamo in uno stato di sconforto totale. Sappiamo però che l’uomo è per sua natura incline all’adattamento, tende cioè ad abituarsi. Potremmo quindi dire, forse ottimisticamente, che il trascorrere dei giorni renderà da un lato meno difficile affrontare questa nuova quotidianità a cui ci troviamo oggi “costretti”.

Per l’InstaPoll di oggi non potevamo che chiedere ai nostri lettori come procede l’ormai famigerata quarantena. Le risposte sono arrivate a centinaia e, se alcune riflettono stati d’animo tutt’altro che felici, altre (anche non replicabili in questa sede) sono state in grado di strapparci qualche sorriso, a riprova del fatto che, anche in circostanze poco rosee come questa, i maremmani non si perdono d’animo e riescono sempre a sdrammatizzare.

Al generico “Come sta andando la quarantena?” le risposte sono state in prevalenza positive. Il 66% dei votanti risponde “bene”, mentre il restante 34% si dichiara insofferente.

Per quanto riguarda le maniere in cui ognuno cerca di impegnare le proprie giornate, rispetto alla settimana scorsa, guadagnano punti passatempi diversi, sul podio troviamo infatti le faccende domestiche. Marzo volge quasi al termine, la Pasqua si avvicina, e in effetti è proprio il periodo ottimale per dedicarsi alle celebri pulizie di Primavera. Le mattinate volano e la noia svanisce: pulire casa non è mai stato così divertente!

Sul secondo gradino troviamo invece il lavoro. In molti infatti continuano a svolgere le proprie attività da casa e anche in questo caso vale dire che lavorare non è mai stato così bello. Sì, perché il fatto di continuare ad avere orari, scadenze e impegni aiuta molte persone a sentirsi ugualmente produttivi, anche se all’interno delle mura di casa.

Medaglia di bronzo per un altro grande classico: cucinare. Come testimoniano anche i social, in questi giorni gli italiani si stanno sbizzarrendo ai fornelli: si riscoprono vecchie ricette e se ne sperimentano di nuove, e pare che anche chi nell’ordinario si diceva incapace persino di cucinare un uovo al tegamino, stia diventando a poco a  poco uno chef provetto. È di riflesso a questo hobby che arriva il successivo: mangiare. Ovviamente si cucina per uno scopo, e dopo aver postato invitanti foto delle nostre deliziose pietanze, a qualcuno toccherà pure mangiarle.

Grosso spazio trova anche la lettura e non molla neanche lo studio, che resta comunque alto in classifica. Ma c’è un’altra categoria che proprio non possiamo tralasciare: gli sportivi. Sì perché grazie a questa situazione ci siamo riscoperti, con grande sorpresa, un popolo di maniaci dell’igiene (personale e non), cuochi, e, last but not least, atleti. In molti si dedicano ad attività sportive indoor, primi fra tutti lo yoga. Sarà che dopo le abbuffate c’è bisogno di smaltire in qualche modo, o sarà la necessità di sfogare lo stress da reclusione, ad ogni modo questa resta una sana abitudine, a patto però che si mantenga anche quando tutto sarà finito.

Rispetto alla settimana scorsa, perdono terreno il Netflix and chill e i videogiochi, forse anche per via dell’avvicinarsi della primavera che ci regala lunghe giornate di sole. Con queste temperature tiepide siamo meno inclini ad abbandonarci sul divano, e preferiamo dedicarci ad attività da poter fare all’aperto, che sia curare le piante in terrazza, darsi al giardinaggio, o portare il cane a passeggiare.

C’è infine chi si dedica alla pittura, al disegno, chi approfitta delle belle giornate per dare una rinfrescata alle pareti di casa o per fare videochiamate con gli amici, magari riscoprendo rapporti che per mancanza di tempo venivano trascurati.

Di tutte queste attività, le più rilassanti sembrano essere la lettura, la cucina e la tv, ma trova spazio nelle cose più rilassanti di questi giorni incredibilmente anche il lavoro. E c’è ancora chi dice che i lati positivi non esistono?

Tra le cose più stressanti invece al primo posto troviamo il non poter uscire di casa liberamente, con il 34,3% dei voti. Segue poi, con il 12,3% dei voti, il non poter vedere persone care, come amici, parenti e in molti casi il partner. Sul terzo scalino del podio, con il 7,6% dei voti, troviamo il fatto di non sapere quanto durerà la quarantena. Qualcuno poi indica anche la convivenza forzata con il partner come grande motivo di nervosismo e causa di forte stress… Gli effetti collaterali della quarantena!

Infine abbiamo chiesto ai nostri lettori quale sarà la prima cosa che faranno quando tutto questo sarà finito. Al primo posto, con il 26% dei voti, troviamo, come prevedibile, riabbracciare i propri cari (qualcuno suggerisce anche abbracci più calorosi, magari col partner). Il 14,1% dei votanti non vede invece l’ora di fare una bella cena o un bel pranzo con famiglia e amici, mentre il 10,8% freme per un bel tuffo al mare. Fare festa, andare in montagna, andare finalmente dall’estetista, o ancora sposarsi, andare a cavallo o in bici: ognuno ha le sue priorità, non ci resta che attendere che tutto questo sia finito.

Ci aspettano sicuramente altre settimane come quella appena trascorsa, quindi meglio farsi forza e cercare di prenderla per il verso giusto, cogliendone i lati positivi e cercando di sdrammatizzare il più possibile.

Più informazioni su

Commenti