Covid19, la minoranza: «Oltre alla Tari c’è di più. Delle nostre proposte adottata solo una»

CASTEL DEL PIANO – “Lunedì 16 marzo abbiamo presentato in una lettera aperta al sindaco Michele Bartalini alcune misure per il sostegno alle famiglie ed alle imprese del nostro territorio – dichiara Samuele Pii, capogruppo del gruppo consiliare Tradizione ed innovazione nel Comune di Castel del Piano -. Prendiamo atto che la delibera della Giunta di ieri (martedì 17) adotta una nostra proposta relativa al rinvio del pagamento della prima rata Tari 2020 che potrà essere pagata il 30 giugno invece del 31 marzo, come si legge ‘in via del tutto eccezionale'”.

“Riteniamo tuttavia che i nostri concittadini meriterebbero maggiori incentivi ed invitiamo la maggioranza a valutare anche le restanti proposte – prosegue Pii – che vogliamo ricordare:

rinviare il pagamento, di almeno un trimestre, della prima rata delle imposte e dei tributi locali e degli avvisi di accertamento fino ad ora emanati e l’eventuale rateizzazione degli stessi;

valutare di rimodulare le aliquote dei tributi locali per sostenere il tessuto produttivo comunale;

sollecitare una iniziativa da parte gli istituti di credito presenti sul territorio comunale per favorire l’accesso al microcredito a condizioni finanziarie agevolate verso le aziende;

valutare la possibilità di destinare delle risorse del bilancio per rimodulare i costi dei servizi a domanda individuale (mensa, trasporti) accompagnando le misure che anche sul piano nazionale si stanno intraprendendo ed un sistema di aiuto economico come sostegno alle famiglie”.

“Continueremo, quindi, a richiedere all’amministrazione di spendersi – conclude Pii -, nel modo più veloce possibile, affinché queste nostre proposte siano attuate e si possa dare un po’ di respiro ad una comunità che sta reagendo unitamente in un momento così difficile”.

Commenti