Quantcast
Grosseto

Coronavirus: azienda fornisce gratuitamente un camper al Coeso per gestire l’emergenza

Pla-GiottiLine camper

GROSSETO – La grande gara di solidarietà sostenuta dalle aziende del territorio ha prodotto a Grosseto un altro esempio concreto: la Pla-GiottiLine, azienda senese che si occupa della costruzione di camper, ha reso disponibile un camper in comodato gratuito alla Società della salute grossetana, che intende metterlo a disposizione di tutti gli operatori che operano a domicilio per prestare servizio e controllo sanitario ai contagiati da Coronavirus.

Gli operatori sanitari addetti a un compito così delicato potranno avere a disposizione un luogo con il quale spostarsi più agevolmente e in condizioni di sicurezza e in cui cambiarsi.

Un altro esempio tangibile di come l’industria manifatturiera rappresenti non solo la colonna portante del tessuto economico, ma anche un valore sociale insostituibile per un’intera comunità.

«Oggi – dice il direttore generale di Confindustria Toscana Sud, Antonio Capone, presente alla consegna del camper – siamo di fronte a un generoso gesto di una nostra azienda. Confindustria è al fianco delle imprese in questo complesso e delicatissimo momento: imprese che sono chiamate a una prova di resistenza fortissima e che simultaneamente sono pronte ad aiutare le istituzioni nelle grandi esigenze che la contingenza di emergenza richiede. Voglio fare un forte plauso a tutti gli imprenditori e ai lavoratori che stanno dando l’ennesima prova di professionalità resistenza, determinazione e solidarietà».

«Un gesto generoso – commenta Fabrizio Boldrini, direttore di Coeso Società della Salute – che dimostra come nel nostro territorio pubblico e privato sappiano fare rete in un momento di straordinaria emergenza».

«L’azienda – dice il responsabile marketing di Pla-GiottiLine, Matteo Giotti – è lieta di poter mettere a disposizione un suo prodotto per una causa così importante a livello mondiale. Così come avvenuto nel passato per esigenze del territorio senese, siamo ben lieti di fare un gesto di aiuto concreto a Grosseto».

Nella foto: Matteo Giotti, Tania Barbi e Fabrizio Boldrini

commenta