La solidarietà ai tempi del coronavirus: «Sono Michele del terzo piano. Se volete vado a farvi la spesa»

GROSSETO – In questi giorni particolari, le piccole storie di solidarietà sono una vera e propria boccata di ossigeno che fa bene al cuore. E, ai tempi del coronavirus, gli esempi di solidarietà rivolta ai più fragili sono veramente numerosi.

Anche in Maremma alcune associazioni si sono messe a disposizione per fare la spesa o servizi vari agli anziani o le persone malate. Tra questi, il Comitato festeggiamenti San Mamiliano, che si è messo a disposizione, gratuitamente, per i bisognosi dell’Isola del Giglio. Per informazioni chiamare Stefania 3290245553, Filippo 3286934513, Fabio 3338179662, Andrea 3402612926.

Ma non solo associazioni. Stamani Michele, giovane che vive a Grosseto, appende sulla bacheca del proprio condominio un biglietto con su scritto: “Per tutti i condomini con patologie o più di 70 anni. Se in questo periodo preferite rimanere a casa, offro la mia disponibilità a farvi la spesa qui alla Coop (a titolo gratuito) durante la mia pausa pranzo. Se vi fa piacere ricevere questo aiuto, mi trovate al terzo piano (porta davanti all’ascensore) dopo le 20 con la lista della spesa. Buona giornata. Michele del terzo piano”.

E’ nei momenti di difficoltà che le persone danno il massimo della loro umanità. E quelli del Comitato festeggiamenti di San Mamiliano e di Michele, che sono solo due dei molti esempi di cui si potrebbe parlare, sono quei piccoli gesti che diventano fondamentali per molte persone.

Il coronavirus sarà sconfitto anche grazie alla solidarietà, e tutti noi possiamo essere solidali in questo momento di difficoltà comune. Per essere solidali con gli altri, infatti, basta aderire alla campagna nazionale #iostoacasa. Anche in Maremma dobbiamo fare qualcosa tutti insieme, e in questo momento l’unico gesto concreto che possiamo fare per tutelare la nostra salute e quella degli altri è evitare i posti affollati o le occasioni dove ci possono essere molte persone.

Per questo, la cosa più facile e solidale che possiamo fare è quella di limitare gli spostamenti e rimanere a casa il più possibile.

 

 

Commenti