Follonica Gavorrano battuto a Montevarchi, Indiani: «Condannati da un episodio»

MONTEVARCHI – Un Follonica Gavorrano privo di quattro titolari, due influenzati e due squalificati, cede per 1-0 l’intero bottino sul campo dell’Aquila Montevarchi, al termine di una partita dai due volti. Nella prima frazione i ragazzi di Paolo Indiani sono partiti bene, giocando a viso aperto contro i locali, ma nella ripresa hanno subito la maggiore freschezza dei valdarnesi e sono stati condannati dal solito errore di disattenzione, che ha permesso a Giustarini di trovarsi a tu per tu con Wroblewski e di batterlo. Un ko che lascia un po’ d’amaro in bocca nell’entourage maremmano in una giornata che ha visto proprio l’Aquila Montevarchi scavalcare lo Scandicci al quinto posto.

Primo tempo piacevole ma con i portieri poco impegnati e le due squadre che si sono studiate. Meglio il Follonica Gavorrano nella prima metà della frazione con Cristian Brega che chiama al lavoro Benassi al 2’. Con il passare dei minuti prende coraggio L’Aquila Montevarchi che guadagna qualche metro e si rende pericoloso al 29’ con Lischi che dopo una bella discesa colpisce il palo esterno alla destra di Wroblewski. Risposta dei grossetani al 34’ con Angelo Lombardi che sfiora il palo alla sinistra di Benassi. Una splendida punizione di Biagi al 44’ va a sbattere sulla traversa.

Nella ripresa l’Aquila Montevarchi aumenta il ritmo e il Follonica Gavorrano soffre un po’ troppo. Al 3’ la conclusione di Cavallini fa la barba al palo. All’8’ Wrobleski ferma con un piede e con il corpo il tiro di Amatucci, servito ottimamente da Giustarini. Al 13’ il Montevarchi passa in vantaggio: un lancio da metà campo trova libero in area Giustarini che mette a sedere anche Wroblewski e lo batte con un tiro a mezz’aria. La prima replica del Follonica Gavorrano è di Ferraresi al 23’. Al 38’ tentativo centrale di Essoussi parato da Wroblewski. Un minuto dopo ci prova Brega, ma non riesce a superare Benassi. La più grande occasione dei biancorossoblù di pareggiare svanisce al 49’, dopo il miracolo del portiere valdarnese sulla bella punizione di Lombardi.

A fine gara, mentre il Montevarchi brinda alla raggiunta salvezza e all’inizio di un nuovo corso che può portare ai playoff, la delusione si legge nel volto del mister grossetano Paolo Indiani: “Abbiamo disputato un buonissimo primo tempo, un po’ meno il secondo. Non cerco scusanti, anche se avevamo alcuni assenti, Dispiace essere stati condannati da un episodio, il solito errore grossolano. Errori che il Montevarchi non ha commesso. Siamo una buona squadra quando la palla l’abbiamo noi, un po’ meno quando l’hanno gli altri. Abbiamo affrontato una buona squadra che sa stare bene in campo. Peccato per il solito errore: il giocatore locale si è fatto trovare libero in area su un lancio da oltre metà campo. Non dovrebbe succedere”.

AQUILA MONTEVARCHI (3-5-2): Benassi; Achy, Martinelli, Cavallini (41’ st Bruschi), Giustarini (44’ st Camarlinghi), Essoussi, Biagi, Amatucci, Lischi, Iroanya (26’ st Bernardini), Donati (17’ st Donatini). A disposizione: Pellegrini, Bagnai, Zini, Mennella, Mosti Falconi. All. Malotti.
FOLLONICA GAVORRANO (4-3-1-2): Wroblewski; Colucci (32’ st Pardera), Placido, Bruni, Ferraresi (42’ st Guazzini); Grifoni, Gemignani, Lepri (15’ st Apolloni); Lombardi; Benedetti, Brega. A disposizione: Ombra, Gafà, Farini, Valente, Torelli, Consonni. All. Indiani.
ARBITRO: Di Renzo di Bolzano; assistenti Minichiello di Ariano Irpino e Forgione di Gradisca d’Isonzo.
MARCATORI: 13’ st Giustarini.
NOTE: ammoniti Colucci, Iroanaya, Cavallini. Rec. 0’+5′.

Commenti