Coronavirus: come proteggersi, come lavarsi le mani e curare gli ambienti fotogallery

GROSSETO – Come proteggere se stessi e gli altri dalla diffusione di germi, come lavarsi le mani e come curare gli ambienti: sono i tre focus nel materiale informativo che la Regione sta distribuendo nell’ambito della campagna di informazione e prevenzione del Coronavirus.

Come proteggere se stessi e gli altri dalla diffusione di germi

Ogni volta che tossisci o starnutisci copriti il naso e la bocca con un fazzoletto o con le mani o con l’incavo del gomito. Getta il fazzoletto negli appositi contenitori dei rifiuti. Lavati le mani con il gel alcolico o con acqua e sapone dopo un colpo di tosse o uno starnuto e quando ti prendi cura di un malato.

Come lavarsi le mani

Anche se le mani sembrano pulite lavale spesso con gel alcolico (30 secondi) o con acqua e sapone (60 secondi).

Se le mani sono visibilmente sporche lavale con acqua e sapone.

Non toccarti mai occhi, naso e bocca con le mani.

Lavati le mani dopo aver tossito o starnutito, prima di consumare cibo, dopo aver usato il bagno, se ti sei preso cura di un malato, dopo aver accarezzato animali, dopo aver toccato la spazzatura, dopo aver usato mezzi pubblici.

Lavati sempre le mani prima, durante e dopo la preparazione del cibo soprattutto dopo aver toccato alimenti crudi.

Come curare gli ambienti

Garantire un’adeguata e regolare areazione degli ambienti. Porre attenzione al regolare svolgimento delle pulizie degli ambienti pubblici soprattutto se a elevata frequentazione.

Dedicare la stessa attenzione anche alle superfici soggette a frequenti contatti (es. maniglie, interruttori). Evitare il sovraffollamento dei luoghi comuni di attesa.

Commenti