Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vincenzo Errico è il nuovo presidente della Croce Rossa Follonica: ecco da chi sarà affiancato

Più informazioni su

FOLLONICA – Rinnovati i vertici territoriali della Croce rossa italiana. A Follonica è risultato eletto Vincenzo Errico che sarà affiancato nel suo Consiglio direttivo da Alessia Moda, Stefano Donnini e Federico Paghi. Confermato, invece, il consigliere in rappresentanza dei giovani, Leonardo Ontani.

Errico succede a Giorgio Lolini che ha retto il Comitato dalla fine del 2013, dapprima come commissario e poi come presidente.

“Ringrazio tutti quelli che ci hanno dato fiducia – ha affermato il Errico – e cercheremo di non deludere le aspettative di nessuno. Nel nostro programma strategico abbiamo voluto inserire molti aspetti importanti che caratterizzeranno la nostra amministrazione e già da subito inizieremo a lavorare per dare un nuovo impulso alla locale Croce rossa. Ringrazio e saluto Giorgio ed il suo Consiglio direttivo per quanto è stato fatto in questi anni, comprendendo le difficoltà che hanno dovuto affrontare. Il nostro Comitato è una realtà molto importante nell’ambito della Croce rossa toscana ed è tra i primi maggiormente operativi anche nell’area della Asl sud est, per questo la sua gestione risulta estremamente impegnativa”.

“Colgo l’occasione per rivolgere un appello a chiunque voglia dedicare un po di tempo alla Croce rossa – conclude il presidente -, affinché si iscriva al prossimo corso di formazione che inizierà a marzo. E’ fondamentale l’apporto di nuovi volontari per riuscire a svolgere meglio il lavoro che siamo chiamati a fare giornalmente”.

Errico aveva già ricoperto la carica di presidente nel periodo 1995/2012, durante il quale fu riorganizzato il Comitato con la costituzione di nuove componenti e specialità. Ricordiamo il Gruppo Pionieri, oggi chiamato Gruppo Giovani, La Sezione femminile, i Donatori di sangue, i Cinofili ed il Nucleo attività promozionali e reclutamento del corpo militare.

Durante il suo mandato, infine, furono esperite le complesse pratiche amministrative che portarono alla costruzione del nuovo ed attuale edificio di Via della Pace.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.