Poggibonsese all’arsenico, Atlante Grosseto tre volte raggiunto e poi sconfitto

GROSSETO – Sconfitta di misura per 4-3 per l’Atlante Grosseto contro la peggio classificata Poggibonsese, nella diciassettesima di campionato. Un match combattuto e tirato fino al triplice fischio e in cui è accaduto di tutto: tre volte in vantaggio, i ragazzi di mister Izzo si sono fatti ogni volta raggiungere e infine superare dai rivali, che si sono giovati di alcuni episodi fortunosi oltre che di qualche spazio in difesa.

Alla Bombonera i locali partono con la consueta verve e soprattutto con una palla che finisce sul palo e scorre lungo tutta la linea di porta senza entrare; non passa molto che arriva il vantaggio di Latino, che gonfia la rete a tu per tu col portiere rivale. A metà primo tempo l’espulsione Falaschi spiana la strada all’1-1 di Pellegrino, il cui tiro senza pretese fa sbagliare Triches. L’Atlante reagisce attaccando e concludendo a rete più volte, ma l’estremo difensore senese si fa trovare impreparato solo allo scadere quando arriva il 2-1 di Giuseppe Moccia su punizione che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Nella ripresa i maremmani insistono ma è ancora Pellegrino ad esultare, abile a sfruttare un rimpallo in area e insaccare il 2-2. Il forcing dei padroni di casa riprende e dopo due tiri liberi sbagliati da Triches e una traversa centrata da capitan Gianneschi, arriva il 3-2 di Pasquale Moccia che concretizza una grande azione corale.

Il match sembra portarsi su binari grossetani quando a tre minuti dalla fine i giallorossi si giovano di un tiro deviato in gol da Davide Senesi. Finale al cardiopalma con il vantaggio del Poggibonsi per una chiusura difensiva errata e poi con un clamoroso rigore conquistato dall’Atlante, con tanto di espulso: dal dischetto Latino non trova però la giusta freddezza e si vede parare la sfera.

Commenti