Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Conferenza donne democratiche Toscana: Tania Cintelli eletta portavoce. Ecco da chi sarà composta la segreteria

Più informazioni su

GROSSETO – Questa mattina, in occasione del congresso della Conferenza regionale delle donne democratiche, le delegate regionali hanno eletto all’unanimità portavoce Tania Cintelli.

Arrivato al termine di un percorso di transizione che ha visto la costituzione della Conferenza delle democratiche in tutto il territorio toscano, il congresso di questa mattina rappresenta uno snodo importante oltre che un momento di riflessione collettiva in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Oltre alle delegate regionali, alle rappresentanti delle associazioni e alle referenti territoriali, ad aver preso parte ai lavori congressuali sono state anche la segretaria del Partito democratico della Toscana, Simona Bonafè, e Livia Turco.

“L’incarico che mi è stato conferito questa mattina dalle delegate regionali della Conferenza delle donne democratiche – ha dichiarato Tania Cintelli, neo eletta portavoce – rappresenta per me allo stesso tempo un grande motivo di orgoglio e una enorme responsabilità. Ho deciso di accettare pensando alle tante donne normali che hanno cambiato questo mondo solo impegnandosi in prima persona, perché ci credevano. Io credo nelle battaglie delle donne per un mondo più giusto e quando ho detto sì ho pensato ai miei bambini, a mia nipote e mi sono detta che è importante dare il buon esempio, mettendomi a disposizione in prima persona per fare concretamente qualcosa, per combattere per un ideale”.

“Parliamoci chiaro: quello di oggi – ha continuato Cintelli – non è un congresso in cui si cambia una squadra di lavoro. Oggi dobbiamo gettare le fondamenta della nostra conferenza e dobbiamo velocemente darci una dimensione e partire. Per questo ho deciso, confrontandomi con le delegate nazionali, di trovare un organigramma leggero e dinamico. Partiamo dalla segreteria che con me sarà al timone di questa nuova avventura: dopo varie riflessioni, sono arrivata alla conclusione che, non conoscendo le varie realtà territoriali e le donne democratiche che compongono la nostra bella Regione, è più che giusto chiedere in questo momento iniziale alle delegate al nazionali di far parte della segreteria. A queste figure saranno da aggiungere i territori che non hanno ancora una delegata: Lucca, Prato e Piombino. Da innestare anche figure che possono essere utili al lavoro della squadra, come la tesoriera e la garante”.

La segreteria sarà così composta: Donata Bianchi per Firenze, Giulia Mazzarelli per Siena, Laura Rimi per la federazione Empolese Valdelsa, Siliana Biagini per Pistoia, Claudia Giuliani per Massa Carrara, Alessandra Nocciolini per Arezzo, Meryem Gannam per Pisa, Chiara Sacchetti per la Versilia, Donatella Fornaciari per Livorno, Margherita Ambrogetti Damiani per Grosseto.

Inoltre, sarò affiancata da una vice, Francesca Torricelli. Infine, la segreteria sarà composta da una o due giovani o due Giovani democratiche che naturalmente hanno aderito alla conferenza.

Altro organismo sarà quello della direzione della Conferenza delle donne che darà indirizzo politico alla segreteria e di cui dovranno far parte membri eletti e membri per funzione e dunque le donne delegate alla Conferenza regionale elette dai territori, le Parlamentari, le Consigliere regionali, le Assessore regionali, le Sindache, la segreteria della Conferenza delle democratiche regionale, le portavoce territoriali, la Presidente della commissione p.o. della Regione Toscana, la Consigliera di parità.

Dell’assemblea della Conferenza delle donne democratiche fanno invece parte tutte le aderenti.

“Nei mesi scorsi, siamo riuscite a ricostituire la conferenza, tornando ad essere un punto di riferimento per tutta la Regione e di questo devo darne il merito alla portavoce pro tempore Donatella Fornaciari che con tenacia e grande capacità politica ha saputo dare un nuovo slancio ad un percorso complesso e niente affatto scontato. La Conferenza delle donne democratiche – ha proseguito Cintelli – è un luogo di riflessione prezioso per l’intero campo del centrosinistra. La politica al femminile deve tornare ad essere protagonista del nostro dibattito e deve farlo sia per rivendicare i diritti messi in discussione da un populismo becero, dilagante e pericoloso che per fornire uno sguardo altro sul mondo. Sia chiaro: la nostra non è una riserva indiana. Al contrario, ha l’ambizione di essere perno delle politiche regionali e punto di riferimento per le nostre comunità”.

“L’appuntamento elettorale del prossimo maggio è ormai alle porte e siamo certe – ha proseguito la portavoce – che quello della Conferenza delle donne democratiche della Toscana sarà un contributo cruciale per permetterci di vincere una delle battaglie più complesse per la parte politica che rappresentiamo. Abbiamo poco tempo, per questo da subito dobbiamo convocare un incontro con le Parlamentari, le Consigliere e le Assessore regionali, le Sindache, per individuare obiettivi che riteniamo strategici e che vogliamo siamo realizzati dal nostro candidato Presidente. Lavoreremo anche alla costituzione di una scuola di formazione politica al femminile per consentire alle nostre donne di effettuare percorsi utili ad affrontare campagne elettorali e amministrativi”.

“Già da domani, mi farò carico di avviare un dialogo con il nostro candidato alla presidenza della Regione, Eugenio Giani, allo scopo di avviare una sinergia programmatica. Ringraziando le delegate, le referenti territoriali e tutte le donne che hanno deciso di prendere parte alla giornata congressuale – ha concluso Cintelli – abbraccio forte Livia Turco per aver deciso di avviare con noi questo percorso, ringrazio la nostra segretaria Simona Bonafè e auguro a tutte noi un buon lavoro”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.