Massa e il coro di Santa Barbara insieme per Selene: concerto di beneficenza a Scarlino Scalo

MASSA MARITTIMA – Proseguono le iniziative di solidarietà rivolte alla famiglia della piccola Selene, neonata di sei mesi ricoverata per una grave patologia all’Ospedale Santa Chiara di Pisa e in attesa di un delicato intervento salvavita.

Anche il Comune di Massa Marittima e il Coro Polifonico di Santa Barbara si fanno promotori della raccolta fondi avviata da associazioni, fedeli, istituzioni locali e in generale da tutta la comunità scarlinese e dei paesi vicini.

L’amministrazione massetana ricorda, per tutti coloro che vogliano fare una donazione in aiuto della famiglia, l’IBAN a cui indirizzare il bonifico: IT05E3608105138220825420826 intestato al padre della bambina, Giovanni De Rosa.

E in aiuto arrivano anche le voci del Coro Polifonico dei minatori di Santa Barbara, con un concerto di solidarietà in programma per domenica 1 marzo alle ore 21 presso la Chiesa “Madonna delle Grazie” di Scarlino Scalo, in via Mariotti, 16.

“L’idea – spiega il presidente dell’associazione Sandro Poli – è venuta grazie al contatto fra un corista e il parroco della Chiesa, che ci hanno proposto l’iniziativa. Naturalmente la causa merita tutto l’aiuto che, da parte nostra, possiamo dare e invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare”.

“Abbiamo accolto l’appello che risuona nella comunità locale a sostegno di questa lodevole iniziativa nata spontaneamente da tutti i soggetti che vi stanno partecipando – spiega l’assessore al Sociale Maria Angela Gucci –. Vorremmo contribuire a sensibilizzare la cittadinanza massetana, in modo tale che sia a conoscenza della vicenda e possa dare sostegno alla famiglia De Rosa per le cure e le terapie necessarie alla piccola Selene. Un grazie particolare lo rivolgiamo intanto al nostro Coro Polifonico Minatori Santa Barbara che ha anch’esso espresso la propria solidarietà organizzando il concerto d beneficenza del 1 marzo a cui invitiamo calorosamente i cittadini a partecipare numerosi, per il perseguimento di questo nobile scopo”.

 

Commenti