Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Teatro delle Rocce, il sindaco: «L’organizzazione affidata a un esterno perché mancano risorse»

GAVORRANO – Il sindaco di Gavorrano, Andrea Biondi, interviene sulla decisione dell’amministrazione comunale di voler affidare l’organizzazione del Festival del Teatro delle Rocce a un soggetto esterno e spiega quali sono state le motivazioni per intraprendere questa nuova strada per la prima volta dal 2003, l’anno di inaugurazione dell’anfiteatro.

«Il Comune di Gavorrano – spiega il primo cittadino – ha sempre gestito con risorse interne il Festival del Teatro delle Rocce, naturalmente collaborando con professionisti del settore, e presentando da sempre un cartellone di qualità, portando il nome del Teatro delle Rocce alla notorietà che merita come luogo di prestigio, carico di magia.

Nella riduzione di risorse umane a disposizione, diventa ormai sempre più difficile poter garantire lo stesso standard rispetto al miglior passato, pertanto avvieremo a breve un percorso amministrativo per affidare esternamente la gestione del Festival, sicuri di riceverne un certo ritorno promozionale».

«Continueranno – prosegue Biondi – gli altri eventi estivi organizzati dal Comune di Gavorrano, come il Gray Cat Jazz Festival e il calendario di eventi “Caldana in Bellezza”, con un’altra novità culturale che a breve sveleremo, e che avrà luogo nel suggestivo sito di Ravi Marchi».

«Avremo un Festival del Teatro delle Rocce – conclude – che continuerà a far parlare in positivo di sé, speranzosi che una maggiore promozione dovuta alla collaborazione con imprenditori del settore, possa aumentarne ancor più la notorietà. Gavorrano continuerà a giocare un ruolo da protagonista nella proposta di eventi estivi ne territorio maremmano».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.