Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savoia Cavalleria: al via il progetto di restauro dello stendardo “Guadalaxara” fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO Oggi ha avuto ufficialmente inizio, presso la sala museale del reggimento “Savoia Cavalleria”, il progetto di restauro per uno dei manufatti storici gelosamente custodito dai baschi amaranto della Maremma.

Alla presenza delle autorità locali e dei benefattori che hanno contribuito a rendere possibile questo progetto, Concita Vadalà, restauratrice fiorentina, ha ricevuto l’incarico di intervenire sullo stendardo del reggimento spagnolo “Guadalaxara”, preda di guerra conquistata da “Savoia Cavalleria” nella battaglia di Camposanto del febbraio 1743.

Il 104° comandante Ermanno Lustrino ha spiegato agli intervenuti l’importanza dell’iniziativa che, oltre a permettere il recupero del manufatto, ormai da secoli in “Savoia” e che ha raggiunto nel 1995 l’attuale sede di Grosseto, è un’ulteriore testimonianza dello stretto legame che si è instaurato nel corso degli anni con la città e i suoi abitanti.

Savoia Cavalleria dedica un ringraziamento particolare al generale Alessandro Pasquariello, presidente della sezione locale dell’Anac (Associazione Arma di Cavalleria) e fervente promotore del progetto.

Tra coloro che hanno reso possibile il progetto ci sono Elettro Meccanica Moderna, Clodia Commerciale, Ticci antiquariato, Lyons Club Host Grosseto, Edi Grafica Italia, Oag industries, Studio Bartoletti, Cielo Verde, Camarri calzature.

Lo stendardo di “Guadalaxara” (253 cm x 220 cm) vedrà interventi su tutta la superficie: sul tessuto di fondo in gros di seta bianca, sull’ermisino di seta rossa delle decorazioni e sui ricami di filati policromi. Il termine dei lavori è fissato per il mese di giugno prossimo, in concomitanza con il raduno nazionale dell’Anac che quest’anno, per l’importante traguardo dei 75 anni dalla fondazione ha scelto Grosseto come sede di svolgimento.

Il reggimento “Savoia Cavalleria”, che dal 2017 vanta la cittadinanza onoraria del capoluogo della terra di Maremma, rappresenta concretamente un’opportunità per la comunità, un centro di cultura e storia dal quale attingere e con il quale condividere le emozioni del passato, dal periodo preunitario fino ai giorni nostri, scorrendo le pagine cariche di episodi, volti e testimonianze concrete, arricchendo il cuore e la mente di quanti vi entrano in contatto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.