Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La vita e la morte: il concorso per creare opere d’arte che decoreranno il crematorio di Grosseto

Più informazioni su

GROSSETO – C’è un montepremi totale di 1700 euro per il concorso d’arte voluto dalla società So.crem.mar, che gestirà il crematorio grossetano, e la galleria Ticci arte e antiquariato. Il primo premio sarà di mille euro. Nel concorso, riservato agli studenti delle scuole superiori della provincia, si richiede la produzione di un oggetto artistico al fine di contribuire a decorare gli spazi delle nuove sale del commiato.

«Tra qualche mese -afferma il presidente So.crem.mar Roberto Aureli -, finalmente la città di Grosseto andrà a colmare, rispetto ad altre città toscane, un altro gap, che ha obbligato migliaia di concittadini, che hanno scelto la cremazione, a sostenere un lungo e costoso viaggio fuori città. Ci sono città in Toscana, come Siena o Livorno, che da moltissimi anni vantano una struttura crematoria, ed oggi grazie alla costruzione del nuovo Tempio crematorio dell’Etruria centrale che si sta concludendo al cimitero comunale di Sterpeto, anche Grosseto potrà avere una moderna ed efficiente struttura».

Nell’occasione è stato bandito il concorso d’arte dal tema “La vita e la morte”. Le opere dovranno essere consegnate alla galleria d’arte Ticci in via Andrea da Grosseto da martedì 24 a giovedì 26 marzo dalla 15.30 alle 17.30. Per info: ticciantiquariato@libero.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.