Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Parco Arcipelago Toscano all’Eudi di Bologna: «Così si raccontano le nostre bellezze»

GROSSETO – Il Parco Nazionale Arcipelago Toscano avrà un proprio stand al 28esimo Eudishow 2020 di Bologna, dal 29 febbraio all’1 marzo, per promuovere le immersioni nello straordinario mare delle isole di Toscana.

L’European Dive Show è il più importante appuntamento della subacquea in Italia e uno dei principali al mondo con oltre 30mila visitatori all’anno.

Il Parco ha deciso quest’anno di investire in un proprio spazio espositivo, con materiali informativi dedicati che racconteranno la bellezza che offre il mare dell’Arcipelago Toscano, all’interno del Santuario internazionale per la protezione dei Mammiferi marini “Pelagos”.

Sarà un modo per raccontare come si possono vivere, nel rispetto della natura, le attività ricreative nel mondo sommerso all’Elba, al Giglio, a Capraia e a Giannutri, e per mostrare le bellissime ed esclusive immersioni all’Isola di Pianosa.

Un impegno di promozione a vantaggio del territorio e, in particolare, di tutti i centri per il diving che operano nell’arcipelago toscano, ma anche un momento di scambio e di confronto tra Parco, le altre altre Aree Marine Protette italiane presenti a Bologna, nonchè con coloro che operano nel mondo della subacquea per migliorarne i servizi.

“Il nostro Parco ha una notevole estensione a mare e offre molta bellezza – sottolinea il presidente Giampiero Sammuri –. I centri diving e le guide Parco sub sono i testimonial di questa ricchezza, ed è su questa base che ci sembra doveroso lavorare, in stretta collaborazione con gli operatori del settore, per tutelare i fondali delle nostre isole e al contempo promuoverne una fruizione rispettosa e attenta alla conservazione degli habitat e delle specie presenti”.

“C’è ancora molto da fare – conclude il presidente – ed riteniamo importante essere presenti a questo importante appuntamento nazionale ed internazionale, anche per la possibilità che avremo di confrontarci con altri enti gestori di aree marine protette con i quali condividiamo obiettivi comuni di valorizzazione e di salvaguardia”.

La promozione delle attività subacquee ricreative è in sintonia anche con il progetto Neptune: PatrimoNio naturalE e culTUrale sommerso e gestione sosteNibile della subacquEa ricreativa, di cui il Parco è partner. Il progetto è finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Italia Francia Marittimo 2014-2020 (http://interreg-maritime.eu/home), ed è finalizzato a favorire lo sviluppo sostenibile delle attività ricreative e professionali subacquee, garantendo e sviluppando la tutela degli habitat marini e costieri ad elevato valore naturalistico e culturale.

Per info sul progetto:
http://www.islepark.gov.it/conoscere-il-parco/progetti-in-corso/99-progetto-neptune-patrimonio-naturale-e-culturale-sommerso-e-gestione-sostenibile-della-subacquea-ricreativa

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.