Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Poca neve ma tanto entusiasmo per il Carnevale sugli sci de Lo Scoiattolo

Più informazioni su

AMIATA – Pur in un inverno particolarmente difficile per le condizioni meteo negative e per l’assenza di neve, lo Sci Club Lo Scoiattolo, la Uisp e la scuola italiana sci Monte Amiata, stanno portando a termine la tradizionale stagione sul Monte Amiata.

In attesa del classico slalom di fine corso, in programma domenica 23 febbraio, sorrisi, foto ed emozioni con l’altrettanto atteso appuntamento del Carnevale sugli sci. E’ stata grande festa per gli 80 piccoli e piccolissimi scoiattolini dei corsi di avviamento allo sci, come sempre seguiti dagli operatori volontari Uisp e dai maestri professionisti della scuola del Monte Amiata.

“L’entusiasmo non manca, purtroppo manca la neve – sorride Maurizio Marzocchi, presidente dello Sci Club Lo Scoiattolo – ma grazie all’impegno degli operatori e degli impiantisti siamo riusciti comunque a sciare, questa pista è bella e attira anche gli agonisti”. “Abbiamo oltre 80 bambini dai 4 ai 10 anni – ricorda Marzocchi – siamo un po’ in calo rispetto all’anno scorso ma è normale, perché la neve vera ha un altro fascino. Abbiamo comunque fatto un grande lavoro, dando continuità alla nostra attività, e devo dire grazie alla Uisp e alla scuola di sci Monte Amiata. Siamo una famiglia, con i bambini che ci ripagano di tutti i nostri sforzi”.

Carnevale sugli sci Uisp 2020

“E’ una palestrina per i nostri piccoli atleti – aggiunge la maestra Angela Tondi – anche se l’inverno non ci aiutati, non lo ricordavo così da tanto tempo. La voglia di sciare è grande e Lo Scoiattolo fa un lavoro egregio portando i piccoli in vetta”. “In una situazione limite siamo comunque riusciti a fare attività – aggiunge un altro maestro, Mirko Pierattoni – i partecipanti arrivano da Siena, Viterbo, Orvieto, Perugia e ovviamente Grosseto. Abbiamo sciatori di tutti i livelli e il divertimento non manca mai. Siamo un bel gruppo come dimostriamo poi negli appuntamenti più importanti, quando ci sono le gare”. “E’ stata una stagione praticamente senza neve – ricorda il maestro Giacomo Sbrolli – sono stati bravi gli operatori. Noi abbiamo messo tutto l’impegno possibile allestendo un bel campo gara, i bambini si sono divertiti e per noi dare e ricevere questa passione è bellissimo”.

Accanto ai maestri e agli allenatori ci sono gli operatori sportivi della Uisp, come Irene Municchi. “Abbiamo avuto un po’ di problemi – conferma – ma siamo riusciti a portare avanti i corsi fino alla fine. Anche noi ci divertiamo tantissimo con i piccoli partecipanti, per me è una passione da quando avevo 5 anni, ora l’accoppiata sci-bambini è bellissima e spero un giorno di diventare un maestro”.

“Ci siamo dati da fare in ogni modo – conclude il consigliere Uisp, Olinto Fedi, storico dirigente dell’area neve – adesso ci aspetta l’appuntamento con Neve Uisp a Pozza di Fassa e Campitello dal 7 al 14 marzo. Come Sci Club andiamo per vincere un altro titolo, ma tutti possono vivere questa bella esperienza, non solo chi partecipa alle gare. Questa è una festa sulla neve per tutti”. Per informazioni e prenotazioni sull’evento in Val di Fassa segreteria Uisp, 0564417756.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.