Proroga concessioni balneari, l’opposizione: «Il Comune cosa ha deciso?»

ORBETELLO – “Il senatore Roberto Berardi si è lanciato in un incredibile attacco al Governo nazionale sul rinnovo delle concessioni balneari. Ma lui non deve limitarsi a fare il parlamentare di opposizione, perché ad Orbetello è consigliere della maggioranza, che sulle spiagge sta inanellando una figuraccia dietro l’altra”. Così i consiglieri comunali del gruppo consiliare Pd – Area riformista Luca Aldi, Monica Paffetti, Mauro Barbini e Anna Papini.

“Se i balneari di Orbetello sono bistrattati, certo non è colpa di chi governa a Roma, perché l’amministrazione comunale ci ha messo tanto del suo, a partire dai ritardi dello scorso anno per l’esecuzione dei lavori di ripascimento delle spiagge, nonostante la Regione Toscana avesse prontamente stanziato ingenti risorse – proseguono i consiglieri -. Si ricorda che, mentre a Castiglione e in altri Comuni i lavori erano terminati da un pezzo, da noi le ruspe hanno lavorato fino a luglio e agosto. E ora speriamo bene per i nuovi interventi contro l’erosione, già finanziati dalla Regione”.

“Anche sulla proroga delle concessioni balneari, per 15 anni molti Comuni toscani, tra cui Castiglione della Pescaia, hanno già applicato la legge nazionale e le linee guida della Regione Toscana, note da tempo, per cui non si capisce cosa stia aspettando l’amministrazione – va avanti l’opposizione -. Ma se consideriamo il precedente della Convenzione con i pescatori, i balneari non sapranno nulla fino agli ultimissimi giorni del 2020, con buona pace della programmazione degli investimenti per le loro attività”.

“Il senatore Berardi deve decidersi – concludono -: o si occupa della politica nazionale ed europea, come sembra aver intrapreso dopo l’appello che ha rivolto alla presidente della Bce Christine Madeleine Odette Lagarde, o si occupa dell’amministrazione orbetellana”.

 

Commenti