Il bus parte e lascia a piedi tre bambini: «Vogliamo spiegazioni. Genitori segnalate i disservizi»

MASSA MARITTIMA – “Un fatto increscioso, non si possono lasciare i bambini che tornano da scuola a piedi. Abbiamo subito chiesto spiegazioni a Tiemme su questo disservizio che speriamo non si ripeta più”.

Sono queste le parole dell’assessore alla cultura e istruzione del Comune di Massa Marittima Irene Marconi in merito alla notizia riportata da un organo di stampa, che parla di un autobus della Tiemme che per sette volte negli ultimi tempi ha lasciato a piedi tre bambini di Prata che frequentano la scuola media di Massa Marittima e che hanno il rientro pomeridiano il martedì e il venerdì. Alle 16.30 quando suona la campanella, c’è sempre un autobus che li riporta a casa ma evidentemente non è sempre andata in questo modo.

“Per prima cosa, dato che non si tratta di trasporto scolastico ma del trasporto locale – aggiunge Irene Marconi – siamo a disposizione con i nostri uffici ad accogliere eventuali segnalazioni di disservizi. Per quanto riguarda questo caso abbiamo già scritto una lettera a nome mio e del sindaco Marcello Giuntini alla direzione della Tiemme per avere immediatamente tutti i chiarimenti del caso e l’assicurazione che fatti del genere non si verifichino più”, ha concluso l’assessore.

Per eventuali segnalazioni i genitori si possono rivolgere all’ufficio istruzione del Comune nelle persone di Francesco Rapezzi o di Angela Zappi tel. 0566.906247 oppure mail: a.zappi@comune.massamarittima.gr.it o f.rapezzi@comune.massamarittima.gr.it

Commenti