Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In città la prima equipe che si occupa di prevenire e curare le disfunzioni sessuali

Più informazioni su

GROSSETO – Nasce a Grosseto la prima equipe dedicata alle disfunzioni sessuali. I vertici del Gruppo Vasari – realtà storica del capoluogo maremmano, che attualmente conta a Grosseto tre strutture, due delle quali accreditate con l’azienda sanitaria – hanno deciso di applicare anche ai disagi relativi alla sfera sessuale la filosofia aziendale che ha portato all’apertura dei centri medici.

La medicina integrata è il concetto che sta alla base dell’attività della struttura sanitaria: la cura del paziente parte da una valutazione globale dello stato di salute per poi avviare percorsi terapeutici che coinvolgano più discipline. E anche l’equipe per le disfunzioni sessuali ha questa caratteristica.

A far parte del team sono l’urologo e andrologo Valerio Pizzuti, la psicologa e consulente sessuale Antonella Lebruto, il fisioterapista, osteopata e posturologo Maurizio Carresi, e la terapista in riabilitazione del pavimento pelvico Roberta Mucci.

«Ancora oggi – spiega Pizzuti, già primario del reparto di Urologia dell’ospedale di Grosseto – i disagi inerenti la sfera sessuale rappresentano un tabù. Molti pazienti hanno difficoltà a rivolgersi a uno specialista per affrontare patologie o semplicemente particolari momenti della vita in cui il sesso diventa un problema. Eppure in questo campo la medicina ha fatto grandi passi avanti, così come la psicologia. I disagi legati al sesso sono perlopiù risolvibili in poco tempo e questo vale per gli uomini e per le donne. Per questo motivo abbiamo creato un’equipe di professionisti che possa sostenere e accompagnare i pazienti che hanno disagi del genere: l’obiettivo principale è abbattere i tabù che riguardano una sfera importante della vita di ognuno di noi, che dovrebbe essere vissuta consapevolmente».

Le disfunzioni sessuali rappresentano un gruppo eterogeneo di disturbi, caratterizzati da un’anomalia clinicamente significativa nella capacità di avere relazioni sessuali o di provare piacere. Questi disturbi, che ostacolano o impediscono il rapporto sessuale, sono molto diffusi ma soltanto una percentuale molto bassa di chi ne soffre si rivolge a uno specialista per curarsi.

Tra le cause di natura fisica ci sono gli squilibri ormonali, il diabete, le cardiopatie, le patologie vascolari, i disturbi neurologici, l’abuso di alcol, gli effetti collaterali di alcuni farmaci. Uno dei trattamenti che sta dando risultati molto incoraggianti nell’ambito delle disfunzioni erettili, ad esempio, prevede cicli di onde d’urto a bassa intensità. Determinante in casi simili è anche il fattore psicologico.

«È fondamentale – spiega ancora l’urologo e andrologo Pizzuti – un intervento integrato nella presa in carico del paziente. Un percorso di trattamento permette di superare con relativa facilità questa tipologia di disturbi che causano una sofferenza significativa ma la cui prognosi è molto buona: i tassi di successo sono elevati e in tempi ridotti».

Per abbattere i tabù relativi alla sfera sessuale il Gruppo Vasari organizza una serie di Open day gratuiti nella sede di via Magnani durante i quali i pazienti avranno la possibilità di parlare con uno dei professionisti dell’equipe ricevendo così un consulto.

I primi due eventi sono in programma martedì 28 gennaio e martedì 4 febbraio dalle 10 al Centro Diagnostica Vasari in via Anna Magnani 38, a Grosseto. Per prenotare un consulto gratuito è possibile chiamare la segreteria del centro al numero 0564 410940.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.