Sicurezza, Amati: «Furti, spaccio, degrado e clandestini. L’Amiata è il Far West»

AMIATA – “La situazione della sicurezza – dice Guendalina Amati, consigliere centrodestra comune di Arcidosso – si sta facendo sempre più spinosa”.

“Quasi ogni giorno assistiamo ad eventi criminosi – continua Amati -. I furti nelle abitazioni, quotidianamente salgono alla ribalta delle cronache, senza dimenticare l’altro subdolo problema legato allo spaccio delle sostanze stupefacenti, che silenzioso si aggira nei comuni amiatini”.

“Che si tratti di Castel del Piano, di Santa Fiora o di Arcidosso il risultato non cambia – commenta l’esponente del centrodestra -, i cittadini hanno paura di allontanarsi dalle proprie abitazioni, ma anche di rimanervi, soprattutto se anziani e da soli. Lo stesso timore i cittadini lo nutrono per i figli, i quali, vista la situazione attuale, potrebbero incappare nell’incontro sbagliato”.

“In un recente passato – commenta Guendalina Amati – tutto questo fu minimizzato da parte della sinistra. Fu detto anche, se non ricordo male, ‘questo non è il Far West'”.

“Forse non lo sarà geograficamente – ironizza l’Amati -, ma per la delinquenza che vi si aggira, purtroppo sembra proprio di sì. Furti, spaccio, situazioni di degrado e clandestini sono sotto gli occhi di tutti, anche se, per una certa parte politica, forse è più facile far finta che non esiste tutto questo”.

“Vi sono luoghi che facilmente si prestano a divenire ricettacoli di delinquenza – prosegue Amati -, zone isolate, strutture disabitate ma anche immobili in pessimo stato conservativo, uno fra tutti il Palazzone di Arcidosso”.

Commenti