Festa di sant’Antonio abate: torna la tradizionale benedizione degli animali. Ecco dove e quando

Grosseto – Il 17 gennaio è la memoria liturgica di Sant’Antonio abate, uno dei padri del monachesimo, figura di grande fascino, la cui biografia è una ricchezza di spiritualità enorme. L’abate Antonio è anche il protettore degli animali e da secoli, soprattutto nelle campagne, c’è la consuetudine di benedire gli animali e anche il fuoco e le sementi. Questa tradizione si rinnova anno dopo anno anche sul nostro territorio. Sono varie le parrocchie che il 17 gennaio o nei giorni immediatamente successivi organizzano momenti di incontro e di preghiera in cui vengono benedetti gli animali.

Parrocchia Madre Teresa a Grosseto (via Stati Uniti, quartiere Cittadella) – Sabato 18 gennaio, alle ore 11, nel piazzale della parrocchia.

Parrocchia Santa Lucia a Grosseto – Domenica 19 gennaio alle 11 al piazzale De Amicis (piazzalone).

Parrocchia San Giuseppe a Grosseto – Domenica 19 gennaio alle 12.

Parrocchia di Roccastrada – Domenica 19 gennaio ore 9, alla chiesa del convento.

Parrocchia di San Giuseppe (piazza Sauro) – Domenica 19, benedizione animali nel piazzale della parrocchia dopo la Messa delle 11.

Parrocchia di Alberese – Domenica 19, ore 11.15 Messa con benedizione animali e breve processione con la statua del santo.

Parrocchia di Caldana – Domenica 19 nella cappella del Grilli dopo la Messa delle 9.45 e a Caldana dopo la Messa delle 11.

Parrocchia di Roselle – Domenica 19, 21esima festa di Dio nel creato nella cappella di Vallerotana, alle 10.30. Sarà presente il vescovo Rodolfo, che, dinanzi al monumento a sant’Antonio abate benedirà il fuoco, le sementi e gli animali e poi presiederà la Messa nella cappella rurale Seguirà il pranzo insieme (su prenotazione).

Parrocchia Casotto Pescatori – Domenica 19, durante la Messa delle ore 11.

Parrocchie di Scarlino scalo e Scarlino – Nella parrocchia di Scarlino scalo, domenica 19 alle 10 ed a Scarlino alle ore 11.15.

Commenti