Quantcast

Residui fecali nell’acqua, il Comune: «Analisi sommarie, adesso consulteremo un esperto»

Più informazioni su

ORBETELLO – “Veniamo a conoscenza di una polemica nata sui social, inerente ad una perdita riscontrata sul lungo lago Marinai d’Italia. Al di là dei toni e delle accuse che con forza rigettiamo ai mittenti, vorremmo spiegare che, se pur rudimentali e poco attendibili, dalle analisi effettuate non si evince che si tratti di uno scarico fognario, ma bensì che vi sia una presenza del batterio Escherichia Coli. Tale dato, in assenza di Tensioattivi, che ricordiamo possono essere riconducibili ad esempio ai saponi o ai detergenti utilizzati comunemente in ogni abitazione, dimostra che difficilmente si possa parlare di scarico fognario”. Così l’amministrazione comunale di Orbetello in merito alla presenza di residui fecali nell’acqua che fuoriesce dalle mura di Ponente.

“La presenza del batterio Escherichia Coli – continua il Comune – può derivare da molti fattori, ad esempio guano, presenza di urine o feci animali nelle condutture, o anche dalla semplice pulizia dell’asfalto praticata dalla pioggia. Quindi si dovrebbe essere davvero molto cauti, sia nelle esternazioni che nelle sentenze, soprattutto se non si è in grado di analizzare il documento che ricordiamo proviene da un campione, prelevato da una bottiglia di acqua che potrebbe essere anch’essa contaminata (gli stessi titolari delle analisi hanno specificato di non essere responsabili del campionamento e che il risultato si riferisce al campione come ricevuto declinando ogni responsabilità)”.

“Ricordiamo inoltre che il limite che si richiede ai depuratori è di 5000 UFC/100 ml, il doppio di quello rinvenuto nel campione pubblicato, il che potrebbe anche far pensare ad acqua depurata – prosegue l’amministrazione comunale -. Per fare chiarezza sull’accaduto, la nostra amministrazione si è comunque già attivata per individuare un tecnico specializzato che interpreti ed illustri i dati riscontrati, per mostrare a tutti i cittadini la verità e non somme sentenze che purtroppo sono il frutto di incompetenza e semplice voglia di ribalta di alcuni soliti personaggi”.

“Allo stesso tempo ci teniamo a difendere con forza il buon nome del nostro territorio, del nostro comune, della nostra amministrazione e non accettiamo in alcun modo insinuazioni su negligenze o sul fatto che si tollerino inquinamenti o pratiche irrispettose della legge. In riferimento a ciò valuteremo ogni forma di tutela anche legale – conclude l’amministrazione orbetellana -. Qualora si presentino davvero situazioni come quella indicata sopra, come già abbiamo fatto in passato per altri casi, ci attiveremo con il protocollo di legge a tutela di ambiente e territorio”.

Più informazioni su

Commenti