A tu per tu con Loriano Lotti, il padre del premio internazionale di poesia “Cipressino d’oro”

Più informazioni su

FOLLONICA – Il premio internazionale di poesia “Cipressino d’oro” è ormai una realtà consolidata nella compagine culturale della città di Follonica. Nato nel 2012 da un’idea di Loriano Lotti, che ne è anche organizzatore e responsabile per il Club Kiwanis della città stessa e con la collaborazione di Gian Paolo Bonesini, artista, scultore e architetto, si propone di promuovere gli ideali kiwaniani mirati all’aiuto dei bambini e dei giovani di tutto il mondo al fine di migliorare le loro prospettive di crescita e di vita.

Questa mattina Loriano accetta di fare una chiacchierata con me e ci diamo appuntamento in un bar del centro davanti ad una bella tazza di cioccolato caldo.

Loriano, grazie per avere accettato di parlarmi di questo progetto a cui immagino lei tenga tantissimo e che noi vorremmo conoscere meglio, partendo intanto dalla scelta del nome.

Il concorso, la cui partecipazione è completamente gratuita, è stato chiamato “Cipressino d’oro” considerando la Toscana con i suoi famosi Cipressi di Bolgheri, la patria della poesia. E’ indirizzato a tutti coloro che intendono cimentarsi in un componimento poetico inedito su un tema che varia di anno in anno e che riguarda i bambini. Il tema per questa edizione è il pensiero omologato e la dipendenza emotiva nell’era tecnologica.

Avete adesioni da tutta Italia ed anche dall’estero…

Sì, i componimenti arrivano da tutta Italia partendo dall’Alto Adige fino alla punta estrema della Sicilia, ed anche dalla Sardegna. Stanno arrivando poesie anche dall’estero in special modo Francia, Lussemburgo, Moldavia e Tunisia, rigorosamente in lingua italiana come detta il regolamento del concorso.

Ma chi sono i componenti della giuria? Ce li vuole presentare?

Sì, certo. Ve li presento con vero piacere, partendo dalla madrina d’onore del premio che è Daniela Cecchini. Giornalista, scrittrice e critica letteraria di Roma. Pluriaccademica presso istituzioni di levatura internazionale, negli anni ha ricevuto ambiti riconoscimenti per il suo contributo alla promozione culturale, alla divulgazione della poesia e per l’impegno profuso nell’ambito giornalistico e sociale. Speaker, press office, membro di giuria, comitati d’onore e madrina di eventi letterari e cinematografici nazionali ed internazionali. Ha pubblicato la silloge poetica “Sinestesie dell’io”, e le sue opere letterarie sono presenti in noti cataloghi d’arte ed antologie.
Poi abbiamo Patrice Avella di Bourgogne (Francia), romanziere, pittore, poeta, giornalista corrispondente in Italia per la rivista di Parigi La voce, la magazine degli italiani in Francia, e alla radio France bleu Bourgogne. Autore di libri tra cui  Rome criminelle” (2012), che ha ricevuto il prix Europèen et Mediterranèen de la Fondation Jean Monnet à Paris, “Piazza Fontana”(2016), “Pasta e cinema” (2017), “La Grande Abbuffatta” (2018), ma anche libri di poesie in francese e in italiano “L’écume du songe”(2013), “Prix de la Fondation Ricard à Dijon”, e “Réminiscences” (2018), premiata a Roma (2015).. Vive in Maremma dal 2015.
Ed infine Gordiano Lupi di Piombimo (Livorno), che dirige il Foglio letterario edizioni e collabora con Futuro Europa, Inkroci, La Folla del XXI Secolo, Valdicornia news e altre riviste. Traduce gli scrittori cubani Alejandro Torreguitart Ruiz, Felix Luis Viera,Heberto Padilla e Guillermo Infante. Tra i molti lavori editi ricordiamo “Nero tropicale”, “ Cuba magica”, “Storia del cinema horror italiano in cinque volumi” ed altri lavori recenti a tema cinematografico come “Gloria Guida , il sogno biondo di una generazione” e “Tutto Avati-il cinema di Pupi Avati”. I suoi romanzi più recenti sono: “Calcio e acciaio – Dimenticare Piombino”, “Miracolo a Piombino – Storia di Marco e di un gabbiano e Sogni” e “Altiforni – Piombino Trani senza ritorno”, presentati al Premio Strega 2014, 2016, 2019.
Quest’anno il presidente del Kiwanis Club Follonica è Marco Bruni di Massa Marittima.
Ed arriviamo al premio vero e proprio, cioè il “Cipressino d’oro” che verrà donato al vincitore, creazione dell’artista Gian Paolo Bonesini. Gian Paolo Bonesini è un artista poliedrico noto a livello nazionale ed internazionale. Di origini venete, da molti anni concentra la sua attività nel territorio maremmano scegliendo come base Massa Marittima, dove è promotore anche di importanti iniziative artistiche.

Otto edizioni ed otto successi. Una grande soddisfazione sia per lei che per il Kiwanis Club per conto del quale segue anche altri progetti…

Sono socio del Club dal 1998, ed attualmente sono chair distrettuale del service sul cyberrbullismo del Kiwanis international Distretto Italia -San Marino. Ho il compito di promuovere e di far organizzare nei Club Kiwanis presenti in tutto il territorio nazionale attività nelle scuole riguardanti il cyberbullismo.

Complimenti Loriano. Tanto lavoro con fini nobilissimi. Ma prima di salutarci ci dica quando avverrà la cerimonia di premiazione e la proclamazione dei vincitori.

La cerimonia verrà fatta a Follonica sabato 9 maggio. Nnaturalmente siete tutti invitati.

Grazie Loriano , non mancheremo.

Più informazioni su

Commenti