Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

2,8 miliardi di euro per i Comuni nella Legge di Bilancio, Ance: «I sindaci si attivino subito»

GROSSETO – “L’Ance Grosseto ha opportunamente sollecitato e richiesto ai sindaci della Provincia di Grosseto di attivarsi in merito alla Legge di Bilancio per il 2020, che prevede un contributo agli enti locali per la spesa di progettazione, relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale, nonché per investimenti per la messa in sicurezza di strade”. Lo scrive, in una nota, il direttore Ance Grosseto Mauro Carri.

“Si tratta di 2,8 miliardi di euro, di cui 85 milioni nel 2020, 128 milioni nel 2021, 170 milioni nel 2022 e 200 milioni annui dal 2023 al 2034 – prosegue -. Per l’attribuzione delle risorse, i Comuni devono comunicare le richieste di contributo, per un massimo di tre interventi, entro il 15 gennaio dell’anno di riferimento del contributo. L’intervento che si intende realizzare deve essere dotato di Cup (Codice unico di progetto) e deve essere compreso negli strumenti programmatori dello stesso comune o in altro strumento di programmazione”.

“L’ammontare del contributo assegnato a ciascun Comune è determinato entro il 28 febbraio con decreto del Ministero dell’Interno – continua la nota -, tenendo conto del seguente ordine prioritario: a. messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; b. messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; c. messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà dell’ente”.

“L’ente beneficiario del contributo deve affidare la progettazione entro tre mesi dalla data di emanazione del decreto ministeriale che determina l’ammontare del contributo – conclude Mauro Carri -. In caso contrario, il contributo è recuperato dal Ministero dell’Interno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.