Approvato piano strutturale intercomunale di Cinigiano, Campagnatico e Civitella Paganico

CINIGIANO – I Consigli comunali di Cinigiano, Campagnatico, Civitella Paganico chiudono l’anno 2019 con l’adozione nelle rispettive sedute del 30 dicembre del Piano strutturale Intercomunale.

Le amministrazioni comunali di Cinigiano, Civitella Paganico e Campagnatico hanno ritenuto opportuno esercitare in forma associata le funzioni della pianificazione territoriale finalizzate alla definizione di un unico Piano Strutturale, poiché i territori dei tre Comuni, pur con delle specificità, presentano caratteristiche simili e tali da rendere necessaria una pianificazione di area vasta, per definire indirizzi strategici condivisi, costruire scenari di sviluppo comuni e attivare politiche di sviluppo trasversali, sulla base del sistema delle risorse territoriali presenti.

Il percorso, che vede Cinigiano nel ruolo di Comune Capofila, è iniziato con la partecipazione al bando regionale, grazie al quale l’associazione dei 3 Comuni ha ottenuto un finanziamento di 60mila euro, su un importo complessivo di spesa per la redazione del Piano di 185 mila euro.

Il PSI è uno strumento introdotto dalla legge regionale Toscana 65/2014 per indagare, conoscere e rappresentare lo stato attuale dei territori e delineare previsioni di sviluppo in uno scenario condiviso e secondo una logica di area vasta: ovvero razionalizzando le risorse in un’ottica di sostenibilità ambientale, attivando sinergie e prevedendo forme di perequazione territoriale. Il PSI orienterà la redazione dei Piani operativi comunali che dovranno portare ad azioni coerenti nei 3 territori.

Questo PSI è ispirato al contenimento del consumo di suolo, alla promozione della riqualificazione e della rigenerazione urbana, all’integrazione delle politiche e delle azioni relative a paesaggio, agricoltura e turismo ed alla tutela e valorizzazione del patrimonio storico, culturale ed ambientale.

Si apre così, con la pubblicazione sul BURT e sui siti web dei Comuni interessati per 60 giorni, la fase relativa alla consultazione e alla facoltà di presentare osservazioni da parte di chiunque. Inoltre, saranno organizzati incontri partecipativi sui singoli territori.

“Ampia soddisfazione – commenta il sindaco di Campagnatico, Luca Grisanti– di aver fatto insieme questo strumento, per la realtà omogenea dei nostri Comuni, a dimostrazione che sono le persone giuste che fanno le scelte importanti per il territorio, a prescindere dal pensiero politico”.

“Un grande passo avanti – spiega il sindaco di Cinigiano, Romina Sani – la redazione di questa carta strategica del territorio, che consentirà di aprire chances condivise di sviluppo economico e di rilancio delle nostre aree interne, evidenziando la capacità dei tre Comuni di riuscire a vedere oltre i confini amministrativi”.

“Soddisfazione per essere riusciti ad adottare il piano intercomunale entro l’anno – afferma Alessandra Biondi, sindaco di Civitella Paganico – per dare così iniziò nei primi giorni di gennaio ad un percorso di conoscenza con la popolazione. Soddisfatta perché credo che il nostro territorio abbia bisogno di uno sviluppo coerente e questo strumento lo può consentire”.

Commenti