Scapin: «Il parere legale evidenzia criticità: che fine farà il traliccio della Finoria?»

GAVORRANO – «Cosa ne sarà del traliccio alla Finoria»? A chiederlo il capogruppo del Movimento Gavorrano Bene Comune, Patrizia Scapin, nell’interrogazione consiliare discussa questa mattina durante l’ultimo consiglio comunale dell’anno.

Scapin nell’interrogazione si riferisce in particolare alla delibera di giunta 194, a cui è allegato il parere di un legale, incaricato dall’amministrazione comunale il 7 agosto 2019, riguardante l’installazione del traliccio della Finoria, un parere che effettivamente evidenzia diverse criticità emerse dalla procedura per l’installazione del traliccio situato al parco di Gavorrano.

Il gruppo consiliare, in linea anche con le richieste del comitato “Gavorrano senza elettrosmog”, già “Comitato No tralicci a Gavorrano”, si è dichiarato favorevole allo smantellamento dell’impianto e in ogni caso pretende delle risposte esaustive da parte del primo cittadino sul futuro del traliccio.

Andrea Biondi, dopo aver elencato l’intera cronistoria della vicenda, ha risposto all’interrogazione con le parole «Intendo semplicemente agire nel rispetto delle normative».

Commenti