Pro loco di Sticciano sensibile all’ambiente: regala borracce d’alluminio ai ragazzi delle scuole

STICCIANO – Prosegue, con piccole ma significative azioni, l’impegno a favore dell’ambiente da parte della Pro loco Sticciano; in occasione delle prossime festività natalizie l’associazione ha infatti deciso di donare, a tutti gli alunni della scuola materna e primaria della frazione, una borraccia in alluminio da utilizzare in sostituzione delle bottigliette di plastica.

La Pro loco Sticciano ha sempre avuto una particolare sensibilità nei confronti dell’ambiente e, per questo, con piccole iniziative ha cercato di far conciliare le proprie attività con il rispetto delle buone pratiche per la salvaguardia della natura.

Ad esempio, la Pro loco Sticciano è stata la prima associazione del comune di Roccastrada ad utilizzare materiale bio-degradabile (compostabile) durante la sagra degli strozzapreti ed in tutti gli altri eventi organizzati durante l’anno; inoltre, l’associazione ha sempre praticato un’attenta raccolta differenziata dei rifiuti ottenendo ottimi risultati (oltre il 70% di differenziazione dei rifiuti durante la sagra del 2018).

Questo obbiettivo green, oltre ad avere un particolare significato per l’eco sostenibilità, ha anche permesso di aumentare il livello di consapevolezza e la sensibilità dei volontari della Pro Loco Sticciano, soprattutto dei più giovani che collaborano con l’associazione.

Nell’ambito delle iniziative natalizie del 2019 la Pro loco Sticciano ha ora deciso di acquistare delle borracce in alluminio da regalare agli alunni delle scuole del paese in modo che possano utilizzarle in sostituzione di quelle in plastica; «Si tratta di un altro piccolo gesto per la sensibilizzazione dei più giovani, i cittadini del futuro che, sempre più, saranno chiamati a confrontarsi con il tema della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente. Ma le idee dell’associazione in tema di rispetto ambientale non finiscono qui. La Pro Loco si è infatti fatta promotrice della realizzazione di una casetta dell’acqua pubblica a Sticciano Scalo in un’area attualmente utilizzata dall’associazione. Questa proposta è stata recentemente presentata all’Amministrazione comunale di Roccastrada chiedendo al comune di istituire un apposito gruppo di lavoro che possa valutare e sviluppare l’idea» afferma il presidente Paolo Bischéri.

«La realizzazione di questa casetta contribuirebbe ad incentivare l’utilizzo dell’acqua pubblica da parte della popolazione sticcianese facendo probabilmente diminuire l’acquisto delle acque minerali in bottiglia e contribuendo così alla riduzione dell’impatto che queste hanno sull’ambiente. Inoltre, la presenza di questa postazione, permetterebbe alle associazioni del paese l’eliminazione dell’uso di acque minerali in bottiglia durante le iniziative che vengono organizzate».

Commenti