Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Qualità della vita, Termine: «Grosseto è 79esima. L’amministrazione ha preso a modello il degrado»

GROSSETO – “Il buon lavoro di Antonfrancesco Vivarelli Colonna e della sua giunta ha raggiunto risultati impensabili. Grosseto nella classifica sulla qualità della vita ha raggiunto il settantanovesimo posto, un obiettivo che non ritenevo possibile. Complimenti”. Lo scrive, in una nota, Giacomo Termine, segretario provinciale del Pd.

“Non è vero, infatti, che il centrodestra grossetano e in particolare il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna non abbiano una visione per il comune capoluogo e, in particolare, per la città – prosegue -. Il loro modello è stato, perché sono i fatti oggi a dimostrarlo, il degrado. Nel degrado hanno alimentato il malessere della popolazione cercando di indirizzare lo stato delle cose sempre verso soggetti a loro esterni: la Regione, ora il Governo e così via”.

“Un colossale bluff che ha causato un danno sociale e culturale immenso – continua Termine -. Solo nel malessere generale si possono rendere visibili le occasionali azioni di un sindaco che non ama la città e la mantiene buia, oscurata, lontana da se stessa. A prescindere dal valore politico assoluto della manifestazione delle Sardine a Grosseto, quella piazza ha evidenziato il desiderio di incontrarsi, di ritrovarsi comunità. È sui bisogni elementari che agiscono movimenti con queste caratteristiche. Stare insieme, cantare insieme, affermare il diritto alla convivenza tra persone gentili, essere italiani e antifascisti”.

“Grosseto – si legge ancora nella nota – non è quella che il centrodestra vorrebbe, non è settantanovesima, sono loro ad averla cacciata in questo baratro. Grosseto con un’economia e una struttura prevalentemente terziaria, vive una difficoltà reale e la crisi innescata e favorita da questa amministrazione si vede nei dati e si percepisce fisicamente nella città e nelle frazioni”.

“Ricordo gli impegni di Vivarelli Colonna in campagna elettorale – va avanti il segretario dem -. Ricordo e credo ricordino tutti la lunga sequenza di foto sullo stato delle strade, la campagna per la sicurezza e così via. I dati de Il Sole 24ore rendono conto su ciò che hanno fatto: nulla. Su ciò che ha realizzato l’assessore alla sicurezza: nulla. E nel nulla, in una città non governata, proliferano le azioni della piccola e grande delinquenza. Non bastano le telecamere”.

“Grosseto era una bella città e può tornare ad esserlo – continua Termine -. Ma il sindaco si occupa dei presepi nelle scuole, anzi fa occupare il Consiglio comunale dei presepi. Nel frattempo le scuole, oltre ad avere già i presepi, hanno ben altri problemi. Mentre il sindaco di Grosseto brama di di essere candidato da Salvini, la città di Grosseto è in costante degrado, sagacemente mascherato però. Come per la mobilità ciclabile, tanto propagandata ma che nei fatti è negata dal pessimo stato delle strade, mentre sui marciapiedi promiscui il rosso sta stingendosi”.

“È necessario e urgente – conclude Giacomo Termine – liberarci e ricominciare a stare bene”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.