Maremma com’era: gli autisti della Rama fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – Torna la nostra rubrica Maremma com’era, con le vecchie foto inviate dai lettori: quella che vedete ci è stata segnalata da un lettore e viene dalla pagina Facebook fatta per i 100 anni della Rama.

Nella descrizione si legge «Camicie con i colletti slacciati, dita che sorreggono quel che rimane di una sigaretta. Ma soprattutto sorrisi. Sorrisi che raccontano senza parlare, occhi che parlano anche senza guardare. Occhi e sorrisi. Lucidi, aperti, mesti. Volti di gente che alle cinque del mattino – estate o inverno, sole o pioggia, luce o buio – è salita su autobus freddi e spenti. E li ha accesi con la propria umanità, la propria laboriosità».

«Dopo di che, Rame orgogliose e luccicanti si sono lanciate per le strade della Maremma a raccogliere studenti, anziani, donne, ragazzi. “Forza! Venite! Salite! Vi portiamo! Dove? Ma che diamine! Dove volete! Ovunque c’è la speranza di crescere, di migliorare, di riscattarsi! Su, in carrozza senza cavalli, signori!” Ma i cocchieri, superbi, dignitosi, orgogliosi, eccoli! Se non possiamo fare alcunché di meglio, pensiamoli». 

Tra le persone ritratte nella foto: Guarino, Ricciarelli, Miserocchi, Tortelli, Tozzi. La foto dovrebbe essere stata scattata negli anni 60-70. Nel giornale tenuto in mano da uno degli autisti si legge infatti il nome di Pelè.

rama_storica

Se qualcuno si riconoscesse nelle foto che vi stiamo proponendo nella nostra rubrica, o riconoscesse qualcuno, o ancora avesse vecchie fotografie da inviarci (anche degli anni 70-80-90) può scrivere a redazione@ilgiunco.net o inviare un messaggio WhatsApp a 334.5212000. Raccontateci cosa ricordate di quella foto, chi sono le persone ritratte o a chi appartiene la fotografia. Raccontateci un pezzetto di quella Maremma com’era.

A questo LINK tutte le puntate precedenti di Maremma com’era.

Più informazioni su

Commenti