Gara stregata contro il Grottaccia, all’Atlante non bastano le tante occasioni da gol

GROSSETO – Sconfitta dura da digerire per l’Atlante Grosseto, che assedia letteralmente la porta della meglio classificata Grottaccia ma viene clamorosamente superato 4-2 fra le mura amiche. La Bombonera continua ad essere un tabù per i biancorossi nonostante numerosi tiri in porta e alcuni palloni finiti sui legni. Vantaggio dei marchigiani con Banchetti sul loro primo tiro in porta del match, cui risponde Caio Silva, ma appena un giro di lancette ed è di nuovo vantaggio degli ospiti, che dilagano anche su punizione e sfruttando un errore di un giocatore grossetano, in un incredibile batti e ribatti. Accorcia le distanze il nuovo arrivato dell’Atlante Latino.

“Mai vista una gara del genere in tanti anni di calcio – ha detto proprio Izzo a fine gara – Non ho parole, avremo fatto settanta tiri in porta, 5-6 occasioni da gol a distanza ravvicinata sbagliate e diversi miracoli del loro portiere, più pali e traverse nostri”.

Commenti