Il viceministro dell’Istruzione Anna Ascani accolta all’Istituto Leopoldo II di Lorena

GROSSETO – Alle 11 gli studenti dell’Istituto hanno accolto il viceministro Anna Ascani prima con un coffee break, preparato per l’occasione dagli allievi dell’indirizzo Professionale “Enogastronomico ed Ospitalità alberghiera”, poi hanno accompagnato l’onorevole a prendere visione delle strutture presenti all’interno della scuola, come ad esempio la biblioteca, il laboratorio di micropropagazione, di chimica, di anatomia, di botanica, spiegando e dando informazioni riguardo le varie attività didattiche svolte.

La visita è poi continuata all’interno della serra presente nell’azienda agraria dell’Istituto, dove avvengono le esercitazioni pratiche, come la propagazione tramite talea e coltivazione ortofloricola in coltura protetta da parte dei discenti degli indirizzi “Tecnico Agrario” e
“Professionale per l’Agricoltura”; il percorso si è concluso al Crisba (www.crisba.eu), uno dei pochi laboratori di ricerca all’interno di un Istituto superiore.

Nel centro, che si occupa di sperimentazione scientifica nel settore agroambientale, gli studenti dell’indirizzo “Tecnico Agrario” partecipano in prima persona alle ricerche, lavorando insieme a studenti universitari che al Crisba svolgono le loro tesi di laurea e di dottorato.

Nel corso della visita, gli alunni ed il personale del centro hanno illustrato alla viceministra le linee di ricerca più importanti del laboratorio, fra cui quella inerente il brevetto per la conservazione ecosostenibile dei cereali, che ha fruttato all’istituto pubblicazioni scientifiche internazionali e importanti riconoscimenti, come la partecipazione al G7 Agricoltura di Bergamo.

Gli studenti nel laboratorio hanno poi mostrato anche le attività di analisi in corso, inerenti la diagnostica fitopatologica, un servizio con il quale il Centro dà supporto ai coltivatori che hanno piante con problemi fitosanitari, ne indaga la causa e propone quindi l’ intervento a difesa delle colture.

La visita si è infine conclusa nel laboratorio di micropropagazione, utilizzato per moltiplicare in vitro piante protette, fra cui orchidee spontanee e piante dunali, che sono poi riportate in natura dai ragazzi. Nel laboratorio è presente anche un’innovativa stampante in 3D con la quale gli allievi dell’indirizzo “Tecnico Chimico Biotecnologico-sanitario” creano inoltre modelli anatomici tridimensionali.

All’onorevole sono stati dati in dono i prodotti agroalimentari dell’azienda agraria di Macchiascandona (vino, olio, farina, legumi) e dal laboratorio di micropropagazione, una pianta moltiplicata in vitro dal Crisba.

L’intento e la finalità della visita sono stati anche quelli di omaggiare l’indirizzo “Tecnico Agrario” che il 22 e 23 novembre scorsi ha celebrato l’80esimo anniversario dalla fondazione del Regio Istituto nel 1938 con due giorni di festeggiamenti e convegni.

Commenti