Nomine Istituto Falusi, il sindaco: «Dalle opposizioni critiche inesatte. Presidente scelto per competenze»

MASSA MARITTIMA – Il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini risponde alle critiche lanciate dalle opposizioni in merito alla nomina da parte del Consiglio comunale del nuovo Consiglio di amministrazione dell’Istituto Falusi.

“I consiglieri di minoranza di destra, ma anche gli esponenti del Pci fuori dal Consiglio comunale, criticano senza studiare le carte, e cosa peggiore si copiano l’uno con l’altro ripetendo inesattezze e luoghi comuni che ben poco hanno a che fare con la realtà delle cose – dichiara Giuntini -. Anche quando abbiamo discusso il rinnovo del nuovo Cda del Falusi in Consiglio comunale lo scorso 29 novembre, dalle minoranze solo critiche, nessun contributo, richiesta di approfondimenti o informazioni, neppure in in merito ai sette punti di indirizzo strategico che poi sono stati approvati sulle prospettive future dell’Istituto. Mi è sembrato che l’unico interesse reale da parte delle opposizioni fosse solo quello di accaparrarsi una poltrona nel Cda. Un po’ poco per poi venirci a ripetere le solite critiche con cadenza quasi quotidiana”.

“Per quanto poi riguarda la figura del presidente in pectore Lorenzo Brenci, che ripeto deve essere ancora nominato formalmente dal Cda, è un dipendente della Asl anche se attualmente è direttore di una Asp (Azienda servizi alla persona), in Provincia di Siena. In ogni caso nella Azienda sanitaria toscana sud est non ha incarichi dirigenziali, quindi il tema di chi farà gli interessi non si pone. Sul fatto che poi non sia di Massa Marittima – conclude Giuntini – la nostra valutazione si è basata solo sulle competenze e non sulla provenienza geografica”.

Commenti