Le ragazze della Gea vendono cara la pelle, sconfitta a testa alta a Prato

PRATO – Sconfitta onorevole per 56-43 per la Gea Grosseto sul parquet dell’RLC Prato nella decima giornata del campionato di serie B femminile. Le due formazioni si sono presentate in campo con alcune assenze importanti. Nella prima frazione Prato parte a buon ritmo ma ma la Gea ribatte colpo su colpo con Camilla Amendolea e con Elena Furi. Proprio sulla marcatura di queste due giocatrici grossetane si è soffermata l’attenzione da parte dello staff tecnico nel corso della settimana.
Il primo quarto è ad alta velocità e con precisione al tiro delle grossetane con le pratesi che dominano al rimbalzo ma sbagliano sia dalla lunga che da sotto alcune facili conclusioni. Il primo quarto si chiude con la RLC Sistemi avanti 14-10.

 
Nel secondo quarto ancora equilibrio ma a 4 minuti dal riposo le pratesi cambiano marcia dopo una tripla di Garatti. Non fanno letteralmente giocare le grossetane. grazie ad una buona difesa, e con un parziale di 9-0 chiudono il tempo e la partita sul 29-16. Nel terzo tempo le pratesi continuano a spingere ma controllando la gara e la Gea non trova la forza per ribaltare la gara, arrivando a – 17 ( 45-28) alla fine del terzo quarto. Nell’ultimo periodo Giulia Camarri e compagne provano a riavvicinarsi ma Prato amministra con tranquillità il vantaggio.
“Sono contento – sottolinea il coach Faragli – del comportamento della squadra, abbiamo fatto una buona partita, specialmente in difesa”. Per la Gea è stata una buona gara di gruppo, con Giulia Camarri, Elena Furi e, nel finale, Bianca Bellocchio che si sono distinte.

 
RLC PRATO: Lastrucci, Catalano n.e., Sautariello 7, Vannucchi 5, Borghesi 4, Lacitignola, Bencini 4, Baldi, Billi 2, Ponzecchi 17, Garatti 17. All. Neri.
GEA GROSSETO: Masini 1, Picchi, Amendolea 9, Furi 14, Simonelli, Gulia Camarri 6, Bellocchio 8, Sposato 5. All. Luca Faragli.
ARBITRI: Filippo Biancalana di San Giuliano Terme e Lorenzo Pampaloni di Terranuova Bracciolini.
PARZIALI: 14-10, 29-16; 45-28.
NOTE: uscite per falli Giulia Camarri e Bencini.

Commenti