Da mercoledì riapre l’ufficio postale. Il sindaco «Poste ha mantenuto gli impegni»

ROCCASTRADA – Da mercoledì prossimo 11 dicembre l’ufficio postale di Sassofortino riaprirà regolarmente con gli orari precedenti alla riduzione che era stata prevista da Poste Italiane. Martedì mattina verranno eseguite operazioni di resettaggio di software ed allarmi e mercoledì mattina l’ufficio sarà di nuovo operativo.

Poste Italiane ha rispettato così gli impegni e la tempistica che aveva concordato in una riunione dei primi giorni di settembre con il sindaco Francesco Limatola e con l’assessore Barbara Rusci, quando, a seguito della necessità di alcuni interventi all’ufficio, aveva ridimensionato drasticamente, con una decisione unilaterale, gli orari di apertura al pubblico con un forte disagio per cittadini e utenti.

All’indomani di quella decisione, il Sindaco aveva richiesto un incontro urgente con i vertici regionali e provinciali di Poste Italiane per affrontare la questione della improvvisa riduzione dei giorni e degli orari di apertura dell’Ufficio Postale di Sassofortino. Nel corso di quell’incontro, peraltro molto cordiale ed improntato al dialogo, i vertici di Poste Italiane avevano spiegato la motivazione tecnica che stava alla base della decisione, ovvero una questione legata alla necessità di garantire condizioni di salubrità e sicurezza nell’ambiente di lavoro per la tutela del personale.

In quell’occasione al sindaco ed all’assessore era stata fornita garanzia che i lavori di manutenzione sarebbero stati eseguiti in tempi rapidi, con l’obiettivo di garantire la riapertura a tempo pieno dell’Ufficio entro la fine del corrente anno.

“Abbiamo apprezzato la correttezza e l’impegno di Poste Italiane – precisa il sindaco Francesco Limatola – ad ascoltare la voce del territorio e quindi a risolvere il problema emerso, nei tempi che ci erano stati garantiti nel corso di quell’incontro dei primi giorni di settembre; la disponibilità al dialogo si è tradotta in risultati concreti che hanno così scongiurato la riduzione di servizi strategici come quello degli uffici postali. Approfitto per ringraziare Poste Italiane per la correttezza dimostrata, ma anche per rimarcare la necessità di un impegno per una maggiore attenzione alle ricadute sociali delle scelte compiute a garanzia dei diritti di tutti i cittadini, con particolare attenzione a quelle realtà più periferiche dove la popolazione riconosce all’ufficio postale un importante presidio”.

 

Commenti