Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sviluppo rurale sostenibile: Castiglione si aggiudica la “Spiga verde”

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – In provincia di Grosseto nel 2019 solo in due comuni, quello di Castiglione della Pescaia e Massa Marittima, sventola la bandiera della “Spiga verde”, che la Confagricoltura e la Fee Italia – la stessa che conferisce la Bandiera Blu – assegnano a quelle realtà italiane promotrici di uno sviluppo rurale sostenibile. La cerimonia ufficiale si è tenuta nella cittadina costiera oggi, venerdì 29 novembre, all’interno della struttura agrituristica “La Rombaia”, in occasione dell’inizio della seconda parte del progetto “Agricoltura castiglionese” che ha affrontato il tema dell’olivicoltura sostenibile.

In Italia sono 42 le amministrazioni comunali a cui sono state assegnate le ‘Spighe verdi 2019′, e il merito di questo riconoscimento va principalmente alle aziende agricole, che rispondono ai requisiti richiesti dal programma di Fee e Confagricoltura, mettendo in pratica comportamenti virtuosi che premiano la loro concretezza e le azioni di sostenibilità nel territorio.

«Il Comune – afferma il sindaco Giancarlo Farnetani – si adopera costantemente per la valorizzazione delle risorse naturali locali, per questo abbiamo presentato la candidatura alla “Spiga Verde”, certi che potevamo ottenere questa certificazione».

«Aver ricevuto questo riconoscimento – dicono il vicesindaco e assessore all’Ambiente Elena Nappi e l’assessore all’Agricoltura Federico Mazzarello – conferma quanto le nostre aziende agricole siano al passo con i tempi nella quotidiana promozione del territorio e nel rispetto per l’ambiente. Vogliamo condividere questo risultato assieme ai massimi esponenti delle associazioni coinvolte, a partire da Claudio Mazza, presidente di Fee Italia, che ha espresso importanti apprezzamenti sul nostro lavoro di valorizzazione e di sviluppo rurale sostenibile».

«Per essere un Comune Spiga Verde, infatti – spiega il vicesindaco – è necessario rispondere positivamente a molti indicatori ben definiti che vanno dalla partecipazione pubblica, all’educazione ambientale, dallo sviluppo sostenibile al corretto utilizzo del suolo, dalla presenza nel territorio di produzioni agricole tipiche alla sostenibilità e innovazione agricola fino alla qualità dell’offerta turistica».

«Partendo dal nostro mare – sostengono Nappi e Mazzarello – che da oltre un ventennio ottiene la Bandiera Blu proprio dalla Fee per la costante attenzione nel salvaguardarlo, come amministratori di questo Comune non possiamo non tener conto dell’altrettanta fortuna che abbiamo guardando la ricchezza del nostro entroterra e le potenzialità della sua agricoltura. Il lavoro portato avanti da questi imprenditori è da sempre sinonimo di sostenibilità ambientale».

«E’ in aumento in tutta Italia – assicura l’assessore all’Agricoltura – la richiesta di prodotti alimentari di qualità. Gli imprenditori agricoli di Castiglione della Pescaia sono da sempre attenti a questa esigenza che fa parte del loro bagaglio culturale».

«L’attività agricola – concludono Nappi e Mazzarello – è parte integrante del processo di sostenibilità del territorio e la diffusione di tutte quelle buone pratiche, vecchie e nuove, che le aziende già effettuano o sperimentano portano al loro coinvolgimento negli aspetti ambientali, economici e sociali».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.