Grosseto: hanno vinto i tifosi. Ceri: “Dimostrazione di affetto e maturità. Siete straordinari”

Più informazioni su

GROSSETO – Giorni feriali, orari proibitivi, temporali, alieni o cataclismi. Questa volta niente e nessuno è riuscito a fermare i tifosi grossetani che sono corsi in massa per sostenere la propria città anche alle 14.30 di un giorno lavorativo. Un successo che va ben oltre il risultato sportivo e che non è passato inosservato agli occhi dei giocatori e della società biancorossa.

“Aver visto 800 tifosi sugli spalti alle 14.30 di un giorno feriale – ha spiegato Simone Ceri, copresidente dell’Us Grosseto 1912 – è qualcosa di straordinario. Spero che anche in tribuna si sia avvertito lo stesso orgoglio e senso di appartenenza alla città che si è percepito in campo, e che non avvertivamo da tempo. Voglio ringraziare personalmente, a nome della squadra e della società, tutti i tifosi per il grande sostegno continuo dato ai ragazzi in campo. Un grazie immenso ai ragazzi della Curva Nord, per un giorno in esilio in tribuna, e a tutti gli altri tifosi presenti in tribuna per aver contribuito in maniera determinante a rendere caldi gli spalti. Siamo orgogliosi di essere grossetani, fieri della forza e della maturità che i nostri tifosi ancora una volta hanno dimostrato. La nostra è una squadra giovane, con un progetto serio legato al settore giovanile, che ha bisogno di sentire la vicinanza della città e l’entusiasmo dei tifosi. Solo stando uniti possiamo fare grandi cose, come quando i nostri antenati respinsero l’esercito di Ludovico il Bavaro, difendendo la città. Grossolani come il nostro nome, non piegabili né per blandizie né per minacce. Grazie ancora Grosseto!”.

Più informazioni su

Commenti