“Donna vorrei dirti che”: la lettera a firma del Punto di ascolto Croce Oro e del centro Fortezza Orsini

Più informazioni su

PITIGLIANO – Il 25 novembre è una data importante per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto, sociale e di amore. Non è accettabile assistere a continui episodi di violenza di ogni genere. L’iniziativa promossa lo scorso 25 novembre a Pitigliano dalla Consulta Comunale per il Sociale ha visto una condivisione di intenti: sensibilizzare le ragazze e i ragazzi su un fenomeno presente nella nostra società e contribuire alla formazione di individui emotivamente sani, questo anche come prevenzione di fenomeni devianti e di disagio.

Le slide presentate dal Punto di ascolto, gestito dalla Croce Oro di Pitigliano, la performance curata dal centro culturale “Fortezza Orsini” e infine le opere pittoriche di Fabrizio Corsi e Mariapia Beretta hanno contribuito alla lettura, a più piani emozionali, di una ricorrenza che è necessaria per non dimenticare le vittime di violenza.

Una mattinata carica di partecipazione e di condivisione non solo tra gli organizzatori, ma anche tra i ragazzi che, con i loro sguardi, applausi e silenzi comunicativi, hanno saputo appropriarsi delle varie argomentazioni. Le loro scritture, concitate, sensibili, significative ci hanno toccato dentro e ci hanno fatto sentire vicini e vivi. Una platea attenta e curiosa pronta a compartecipare.

Donna… vorrei dirti che…
Devi far sentire la tua voce e non usarla solo per gridare.
La vita è troppo breve per viverla da vittima… abbi coraggio!
Non tremare di fronte alle incertezze. Sei una persona, non una cosa.
Devi trovare il coraggio di rialzarti perché solo tu sai quanto sei forte.
Amati.
Vai avanti nonostante i problemi, anche quando pensi che ti cada il mondo addosso, non smettere di sognare, di avere degli obiettivi e di pretendere un futuro migliore.

Più informazioni su

Commenti