Forum italiano delle costruzioni, Ance: «La Maremma rappresentata da un’eccellenza del territorio» 

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Si è tenuto al Palazzo del Ghiaccio di Milano Fidec, il Forum italiano delle costruzioni. Si tratta di un importante evento annuale in cui si incontrano i professionisti della filiera dalle costruzioni per condividere idee, esperienze, competenze. Il fine è creare connessioni che portino i protagonisti ad espandere la loro rete di rapporti e favorire lo sviluppo del proprio business, sostenendo un nuovo modo di fare impresa e di stare sul mercato contribuendo alla crescita del settore.

Le parole chiave degli speech sono state innovazione, sostenibilità, advocacy, cantiere 4.0, economia circolare e sharing economy, sistema finanziario con nuovi modelli d’impresa, digitalizzazione, territorio inteso come identità e qualità della vita; scuola, università, ricerca per la crescita del capitale umano, ma anche pubblica amministrazione, che è stata definita l’infrastruttura centrale su cui concorrono le idee per guardare al futuro in un contesto di crescita per il paese e per il settore delle costruzioni. I temi dei nuovi mercati e delle nuove opportunità sono comunque confluiti nel più ampio concetto di qualità e trasparenza come modello etico non negoziabile. Durante l’evento sono state selezionate le 40 migliori idee, esperienze, competenze e realtà imprenditoriali.

Anche la Maremma era presente all’importante laboratorio, rappresentata da Viveterna s.r.l.s., brand impegnato attraverso la progettazione di residenze di lusso nella valorizzazione del paesaggio toscano, in particolare del panoramico promontorio di Castiglione della Pescaia. Credendo fortemente nel valore del territorio maremmano, Viveterna produce presso il Castello di Rosciano, nel Comune di Gavorrano, un eccellente olio entrato nel catalogo di Slow Food; lo stesso sito medievale è a disposizione degli archeologi per realizzare campagne di scavo e Summer School. Nell’estate 2019 Viveterna ha sviluppato un progetto culturale di ampio respiro accademico ed internazionale, collegato al sociale: due inediti capolavori di Goya sono stati messi a disposizione del pubblico in tre diverse location emblematiche per il nostro territorio come Palazzo Centurioni a Castiglione della Pescaia, il Museo Civico Archeologico di Vetulonia e Clarisse Arte a Grosseto. In occasione degli eventi privati e pubblici collegati alla mostra sono stati raccolti fondi che verranno donati il prossimo Natale alla Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Mayer, con la quale Viveterna ha uno stretto legame. Le attività, la storia dell’azienda di famiglia, la vision di Viveterna e soprattutto i valori su cui basa la propria identità sono stati illustrati al Fidec attraverso un’appassionata presentazione dell’amministratore Matteo Felicioni, accompagnata da suggestive immagini di Castiglione della Pescaia, degli eventi culturali e degli ospiti che hanno caratterizzato l’estate appena trascorsa. Molti sono stati affascinati dalla straordinaria bellezza dei paesaggi maremmani, e non meno dai progetti di Viveterna caratterizzati dalla vivace e virtuosa compresenza di imprenditorialià, amore per il territorio, la cultura e la filantropia.

“Il progetto Viveterna – ha commentato Felicioni – si sviluppa con la collaborazione di molti professionisti ed aziende locali, nazionali ed internazionali, e pensiamo che la sinergia con le pubbliche amministrazioni sia indispensabile per costruire il futuro. Ad esempio la Mostra ‘Goya in Italia: due capolavori tra luce ed ombra’ ha visto la partecipazione della Regione Toscana, delle Amministrazioni Provinciale, dei Comuni di Castiglione della Pescaia e Grosseto, della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, di Fondazione Grosseto Cultura e della Fondazione Polo Universitario Grossetano”.

“Abbiamo effettuato una selezione accurata di aziende, e la Toscana è stata rappresentata a Fidec da solo tre imprese – ha dichiarato il direttore di Ance Grosseto Mauro Carri -. Nell’ambito della nostra provincia è stata segnalata Viveterna per l’esperienza costruttiva raffinata, realizzata in un ambiente di pregio qual è Castiglione della Pescaia; riteniamo che la scelta di sviluppare i settori della cultura e del sociale sia stata vincente, prova ne è il successo riscosso dalla mostra ‘Goya in Italia: due capolavori tra luce ed ombra’ e dagli eventi ad essa collegati, presentati con elevato livello di qualità. Siamo convinti che il percorso di crescita economica e culturale del nostro territorio passi anche attraverso esperienze di questo tipo”.

“Castiglione della Pescaia è bellezza allo stato puro – è intervenuta Susanna Lorenzini, assessore alla Cultura di Castiglione della Pescaia -: magnifici paesaggi, mare straordinario, cultura e qualità della vita. Chi, come Viveterna, investe nel settore l’edilizia di pari passo con il sociale e la cultura è in sintonia con il territorio e gli obiettivi dell’amministrazione comunale”.

Commenti