Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo regolamento, il centrodestra: «Debiti rateizzati per i redditi sotto 30mila euro. Si elimini il tetto»

FOLLONICA – “Nel prossimo consiglio comunale verrà votato un nuovo regolamento delle entrate comunali prevedendo la possibilità di dilazionare i crediti comunali nella fase intercorrente tra l’ingiunzione fiscale e il recupero coattivo delle somme. Il nuovo articolo 14 del regolamento darà possibilità ai cittadini e imprese in stato di sofferenza debitoria di poter rateizzare il debito anche dopo un decreto ingiuntivo evitando, così, le procedure esecutive. Anche se portata estremamente in ritardo, come dimostrato dall’ex assessore Alberto Aloisi il quale ha dato prova di come questa proposta fosse stata già sottoposta all’attenzione del sindaco e della vecchia maggioranza lasciata poi in un cassetto, accogliamo questa proposta di delibera favorevolmente”. Lo scrivono, in una nota, i consiglieri di minoranza di centrodestra Massimo di Giacinto, Danilo Baietti, Daniele Pizzichi, Sandro Marrini, Charlie Lynn e Roberto Azzi.

“Questa proposta, però, a nostro avviso si rivolge ad una platea ristretta di contribuenti, poiché l’articolo 14 del nuovo regolamento al comma 9 prevede che non potrà essere concessa alcuna dilazione in caso di redditi superiori a 30mila euro oppure attestato Isee pari a 18mila euro per le persone fisiche, e, in caso redditi superiori a 40mila euro, per le persone giuridiche – continuano -. Riteniamo che questa scelta sia da allargare a tutta la popolazione, non prevedendo alcun tetto massimo di redditualità. In molti altri Comuni non ci sono proprio limitazioni, cioè chiunque si stato colpito da ingiunzione ha diritto a rateizzare, indipendentemente dal reddito”.

“Dal 2008 la classe media italiana è quella che maggiormente ha pagato lo scotto della crisi finanziaria, e assieme alla classe media hanno sofferto immensamente anche le piccole e medie imprese – proseguono i consiglieri -. Con le limitazioni reddituali previste in questo regolamento non si tiene conto della difficoltà dei piccoli e medi imprenditori e di una buona fetta di cittadini follonichesi che sforano queste limitazioni. Non capiamo la necessità di dover esprimere questa soglia, poiché anche alle casse comunali porterebbe sicuro e indiscusso vantaggio prevedere la dilazione del pagamento dei crediti anche per quelle soglie che ad ora vengono da esse escluse”.

“Per questo – concludono – presenteremo un emendamento alla proposta di delibera per chiedere la modifica del comma nove in modo che non vada a prevedere alcun limite reddituale, ci auguriamo che la maggioranza accolga favorevolmente questa proposta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.