180mila euro dalla Regione per “Città murate”, Marras: «Premiata la valorizzazione del patrimonio»

MASSA MARITTIMA – “Il bando delle città murate è una misura che il Consiglio regionale rinnova ogni anno stanziando risorse importanti, per il 2019 il complessivo ammonta a 1milione e 169mila euro, a testimonianza della volontà di sostenere i Comuni nella salvaguardia e nella valorizzazione del patrimonio storico e architettonico che li caratterizza. Per quanto riguarda la provincia di Grosseto: Massa Marittima e Civitella Paganico, entrambi tra i primi dieci della graduatoria, riceveranno rispettivamente 95.366 euro per la valorizzazione del Cassero senese e della Torre del candeliere e 88.031 euro per il museo diffuso a cielo aperto. Complimenti, ancora una volta la buona progettazione viene premiata”. Così Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana, commentando la graduatoria del bando “Città murate 2019” elaborata dalla commissione tecnica e approvata dall’ufficio di Presidenza del Consiglio regionale guidato da Eugenio Giani e composto dai vicepresidenti Marco Stella e Lucia De Robertis e dai segretari Antonio Mazzeo e Marco Casucci.

Oltre a Massa Marittima e Civitella Paganico, hanno partecipato al bando Manciano e Grosseto, i cui progetti sono stati ritenuti idonei ma non finanziabili per esaurimento delle risorse. Magliano in Toscana e Campagnatico, invece, sono risultati non ammissibili.

Commenti