Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

PrimaVera Civica: «Opposizione rumorosa sui social e inesistente in Consiglio comunale» fotogallery

FOLLONICA – «La minoranza rumorosa sui social, inesistente nelle aule di governo» così il presidente di PrimaVera Civica, Daniele Braccini, commenta l’ultimo consiglio comunale a Follonica. “Si è svolto lunedì 11 novembre il Consiglio comunale che vedeva all’ordine del giorno due punti strategici per il futuro sviluppo della città per realizzare e proporre nuovi scenari per Follonica. Il primo riguardava l’approvazione della delibera di avvio del procedimento del Piano operativo e del Piano strutturale: le nuove linee guida di crescita e la definizione del perimetro della città. Con mirati ritocchi l’amministrazione sceglie, come aveva sostenuto in campagna elettorale, ad esempio, di ridurre le zone edificabili, come il cosiddetto TR4 (la zona tra Cassarello e confine di Scarlino)  che è stato fortemente ridimensionato, così come è stato definitivamente escluso il raddoppio della zona industriale, entrambe previsioni del precedente piano urbanistico. Nessun intervento da parte della minoranza in sede di Consiglio Comunale, la stessa minoranza che ha partecipato a solo due delle cinque riunioni della commissione urbanistica che si sono svolte per modellare il lavoro che è stato approvato».

«Altro importante punto all’ordine del giorno riguardava le Farmacie comunali, l’approvazione del bilancio e l’utilizzo degli utili per fini sociali – prosegue il gruppo che sostiene Andrea Benini -. Un progetto lungimirante quello della farmacia, che come illustrato porta i suoi frutti: ricavo netto nello scorso anno pari a 216000 euro spendibile dall’amministrazione in servizi sociali per il territorio da aggiungersi al ricavo degli anni precedenti, che porta il totale ad oltre un milione di euro. Alla luce dei fatti si è spaccata la minoranza che vede il consigliere di Forza Italia Sandro Marrini votare a favore del bilancio preventivo e consuntivo e a favore anche della distribuzione degli utili, mentre il consigliere della civica di centrodestra Charlie Lynn cambia strada e si dice favorevole alla distribuzione degli utili, ma si astiene riguardo alla votazione del bilancio; condizione bizzarra visto che è proprio grazie al bilancio che si ricava l’utile. Daniele Pizzichi e Danilo Baietti invece si astengono».

«La città si amministra, oltre che con l’incontro diretto con il cittadino, anche in Consiglio comunale, argomentando ed esponendo le proprie opinioni a favore o contro, motivandole a seconda delle proprie idee invece di portare la polemica sui social e sui giornali; vedi le uscite di Pizzichi e Lynn che contestavano il ritardato arrivo della documentazione riguardo al piano operativo prima della riunione della commissione, commissione alla quale non hanno neanche partecipato, per poi non proferire commenti alla votazione dello stesso in sede di Consiglio Comunale. Dove era la minoranza quando queste cose venivano discusse? Perché se ne parla sempre a mezzo stampa, dove il dibattito non può essere costruttivo ma solo accusatorio e mai nelle sedi previste per amministrare la città? La coalizione porta avanti il proprio lavoro, quando la minoranza avrà qualcosa di costruttivo da aggiungere si faccia avanti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.