Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sempre più bike friendly: sulla Piccola Svizzera sventola la bandiera gialla

TORINO – Alla Centrale Nuvola Lavazza di Torino, nell’ambito di Urbanpromo “Progetti per il Paese” organizzato da Inu- Istituto nazionale di urbanistica, cerimonia di consegna degli attestati e delle bandiere Comuni Ciclabili 2020, rilasciati dalla Fiab, la Federazione italiana amici della bicicletta“, giunta alla terza edizione. Castiglione della Pescaia ha meritato la bandiera gialla.

«Oggi a Torino – dice soddisfatta il vicesindaco Elena Nappi, presente al ritiro della bandiera nel capoluogo piemontese – è stata riconosciuta ancora una volta da Fiab al territorio comunale di  Castiglione della Pescaia un’alta valutazione del miglioramento nella  mobilità  ciclistica potata avanti attraverso la realizzazione di infrastrutture e l’attuazione di politiche e azioni specifiche con l’adozione di comportamenti virtuosi».

«Il nostro costante impegno per essere sempre più bike friendly – prosegue il vicesindaco che ha anche la delega per seguire le politiche ambientali – ha prodotto secondo Fiab un importante lavoro e per il 2020 ci ha confermato le tre bike smile. Questa attenta valutazione è arrivata dopo aver verificato le nostre decisioni prese sulla moderazione del   traffico   e   della   velocità,   che   si è tradotto   nella realizzazione di numerosi attraversamenti pedonali rialzati e nell’estensione di aree a bassa intensità di traffico e di velocità, facendo diventare Castiglione della Pescaia un paese sempre più a  misura  di  persona».

«La mobilità sostenibile – afferma Nappi – è da sempre una delle nostre priorità. Lo scorso mese di luglio abbiamo firmato l’accordo di programma con la Regione Toscana per la realizzazione del tratto di Ciclovia Tirrenica di 40 chilometri che ricadrà nel territorio comunale che prevede per la sua realizzazione all’interno della cittadina costiera una spesa totale di 3 milioni e 260.000, finanziati in parte anche dal “parlamentino toscano” con 2milioni e 300mila euro».

«Per i lotti 3 e 4 della Ciclovia – anticipa – che si snodando da Rocchette fino al confine con il territorio di Marina di Grosseto la macchina amministrativa sta procedendo speditamente con la progettazione esecutiva necessaria per andare in gara d’appalto e i lavori, come previsto nell’accordo di programma».

«La politica di questa amministrazione comunale – sostiene Nappi – portata avanti con impegno e caparbietà è fortemente indirizzata a creare benessere per i castiglionesi e il conseguente sviluppo economico in chiave turistica che passa sempre più anche attraverso le piste ciclabili. Far parte di Fiab ci permette di essere al corrente di tutte le iniziative che questo indotto può offrire, un’associazione riconosciuta recentemente anche dalle regioni Liguria, Toscana e Lazio, per la sua profonda conoscenza del territorio, in qualità di garante dell’applicazione degli standard europei per la realizzazione di itinerari di interesse nazionale, come la Ciclovia Tirrenica».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.