Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le differenze tra campionato e Champions: i casi di Atalanta, Inter e Napoli

Più informazioni su

C’è una leggera discrepanza tra i risultati ottenuti dalle squadre impegnate in Champions e le prestazioni ottenute in questo primo scorcio di stagione, per quanto riguarda il campionato di serie A. In questo contesto emerge infatti la differenza per squadre come Inter e Atalanta, su tutte, mentre il Napoli e la Juventus, viaggiano ancora imbattute a livello europeo, con i bianconeri che dovrebbero comodamente accedere agli ottavi di finale, come prima in classifica, davanti all’Atletico Madrid di Diego Simeone e al Lokomotiv Mosca e al Leverkusen. Il Napoli, dopo il pareggio interno contro il Salisburgo, ottenuto peraltro in rimonta grazie a una prodezza del messicano Lozano, può gestire il margine di vantaggio, pur perdendo la prima posizione, ai danni del Liverpool di Jurgen Klopp. Situazione veramente complicata per l’Atalanta di Gasperini, ultima in classifica nel girone di Manchester City, Dinamo Zagabria e Shakhtar Donetsk.

L’Inter di Conte, non ripete in Champions le prestazioni viste in campionato

L’Inter dopo una prestazione incostante contro il Dortmund, scala in terza posizione e dovrà lottare fino alla fine, contro Barcellona e Slavia Praga, sperando in un colpo di fortuna per passare il turno. Dicevamo di un dato incostante, tra campionato e coppa, che interessa anche la Lazio in Europa League, mentre la Roma di Fonseca, ha mostrato una certa continuità di risultati, sia in coppa che in campionato, fino a questo momento. C’è da dire che almeno per quanto riguarda la Champions il livello e il valore delle squadre non è certo paragonabile a quello del campionato, ecco perché anche formazioni come l’Atalanta di Gasperini e l’Inter di Conte, ha incontrato più di una difficoltà.

Il Napoli di Carlo Ancelotti: bene in Europa, male in campionato

Anche il Napoli però mostra di essere incostante, visto che in Champions ha vinto due gare dall’alto coefficiente tecnico e tattico, addirittura contro i campioni in carica del Liverpool, mentre in campionato, finora non ha impattato bene durante i big match, visto che ha raccolto un solo punto, peraltro in casa, contro l’Atalanta. Del 18 punti guadagnati, ben 17 sono arrivati infatti dagli scontri contro le piccole, dove l’unica eccezione è stata quella della vittoria in trasferta contro la Fiorentina di Vincenzo Montella. Discorso che si riaprirà solo durante le ultime gare del girone d’andata, visto che il Napoli dovrà affrontare per la 18esima e la 19esima gara due squadre come Lazio e Inter, mentre durante i prossimi turni il confronto più importante sulla carta sarà quello con il Milan di Pioli in trasferta. I precedenti sono piuttosto a favore del Milan, che non perde in casa contro il Napoli dal 2016, mentre l’ultimo confronto era terminato 0-0, senza contare la Coppa Italia dove il Milan era passato vincendo 2-0; un dato statistico importante quindi per tutti gli appassionati di quote scommesse in A per questa stagione 2019-2020, che sta regalando emozioni e sorprese per tutti gli appassionati di sport e di calcio in particolare. Per quanto riguarda le formazioni che stanno mostrando un doppio passo, tra campionato e coppe, bisogna esaminare nel dettaglio il caso dell’Inter di Antonio Conte.

L’Inter, che in campionato si è fermata solo nello scontro diretto contro la Juventus di Sarri, e con il pareggio interno contro il Parma, in Champions ha invece un ruolino di marcia, decisamente differente, con un solo successo, un pareggio e due sconfitte. Una dimostrazione del fatto che il tecnico pugliese sia più adatto al campionato e al lungo periodo di gare e non a competizioni secche come appunto la Champions League? Probabilmente sì, eppure si è detto, già dopo le prime gare di campionato, di un livello medio-basso più elevato, rispetto ai campionati passati. Eppure in campo internazionale l’ultimo risultato degno di nota per le italiane risale alla semifinale della Roma, contro il Liverpool, mentre per avere una squadra finalista in Champions, bisogna tornare al 3 giugno 2017, quando la Juventus di Allegri, dovette cedere allo strapotere del Real Madrid di Zidane e di Cristiano Ronaldo. Quest’anno la stagione calcistica è ancora piuttosto lunga, anche se in classifica già si vedono differenze, rispetto alle passate stagione, dove stupisce in particolare vedere il Napoli, attualmente fuori dalla zona Champions, saldamente occupata da Juventus, Inter e Roma, con altre squadre a seguire come Atalanta, Lazio e la sorpresa del Cagliari di Maran.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.