Cena per marcia su Roma, Marras alla Giunta: «Recrudescenza e rigurgiti di fascismo: fatti da non minimizzare»

AMIATA – “L’astensione del centrodestra in Senato sulla commissione contro le intolleranze, i cosplay vestiti da nazisti e poi la cena per celebrare la marcia su Roma. Siamo di fronte ad un’oggettiva recrudescenza, a veri e propri rigurgiti del ventennio fascista che violano la legge, vanno contro la Costituzione e non appartengono alla nostra regione, da sempre e per sempre antifascista”. Così Leonardo Marras, capogruppo PD Regione Toscana, che annuncia l’interrogazione presentata alla giunta regionale.

E prosegue: “Il lavoro messo in campo in questi anni dalla Regione Toscana è molto importante: un insieme di politiche e iniziative per la salvaguardia del patrimonio storico-ideale della Resistenza e dell’antifascismo e per la conservazione della memoria. Oggi, di fronte a nuovi e purtroppo sempre più frequenti episodi che possiamo definire, senza paura, di apologia al fascismo, non possiamo fermarci ma anzi dobbiamo intensificare il nostro impegno. Così con questo atto, sottoscritto anche dalla collega Alessandra Nardini, chiedo alla giunta quali ulteriori azioni si intenda intraprendere per arginare questa pericolosa deriva”.

“Riguardo all’episodio che si è consumato a Castel del Piano – conclude Marras – non posso che unirmi al coro di denuncia e ribadire che iniziative come questa non sono assolutamente da minimizzare né da nascondere”.

Commenti